Vasto Pedala, cresce il movimento verso la mobilità sostenibile - Un successo la terza domenica in bicicletta
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 25/03/2013

Vasto Pedala, cresce il movimento
verso la mobilità sostenibile

Un successo la terza domenica in bicicletta

Il gruppo a San Michele (foto Costanzo D'Angelo)Continua a crescere il movimento Vasto Pedala, che si sta adoperando per una mobilità sostenibile in città. Ieri i ciclisti vastesi si sono ritrovati per la terza "Domenica in bicicletta". Partenza dalla chiesetta di San Michele e arrivo a San Nicola della Meta, sempre in bici.
"Il programma della mattina -raccontano i componenti del direttivo- ha previsto la partenza della carovana di circa cinquanta bici dalla chiesa di San Michele per poi proseguire con una tranquilla passeggiata nel centro storico, con dei focus storico-artistici sulle antiche chiese, grazie alle notizie precise date dall’esperto Antonio Santoro.

Persone di tutte le età, tra cui molti bambini, si sono trovate unite nella promozione dell'uso della bici e della mobilità sostenibile. Un'esigenza sempre più presente in città, avallata anche dalla sempre maggiore presenza di bici in strada e sulle piste ciclabili".

Presente una rappresentanza del gruppo di docenti e studenti del Liceo Scientifico di Vasto che sta lavorando da mesi ad un progetto di mobilità sostenibile per recarsi a scuola. Incontro e simbolica stretta di mano anche con "Li Risciùle de lu Uast - Gruppo di Cammino", un gruppo di appassionati di walking. A piedi e bici insieme, nel segno della mobilità sostenibile.

"L'ultima chiesa visitata - spiegano i bikers- è stata quella di San Nicola della Meta che per essere raggiunta ha visto la necessità della carovana di entrare nel traffico di Piazza Verdi e Corso Mazzini, occasione ottima per porre l'attenzione sulla necessità di dare anche ai ciclisti diritti in strada, con una maggiore consapevolezza delle regole stradali e della convivenza tra auto e bici.

Percorrendo Via Santa Lucia, nei pressi dell'ospedale, c'è stata occasione per informare i partecipanti circa le prossime attività associative, l'avvio di studi di fattibilità di una corsia protetta in questa strada, oltre che un interessante focus storico artistico sull'ormai rudere della residenza estiva dei D'Avalos, grazie alle notizie date da Alessandro Menna".

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi