Omicidio Strever, convalidato l’arresto del 36enne marocchino - Udienza a Trani
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 01/03/2013

Omicidio Strever, convalidato
l’arresto del 36enne marocchino

Udienza a Trani

Hamid MaathaouiIl gip di Trani ha convalidato il fermo di Hamid Maathaoui, 36 anni, cittadino marocchino accusato dell'omicidio di Michela Strever, la donna di 73 anni trovata morta in casa la mattina del 19 dicembre scorso.

L'uomo ha reso ampia confessione sui fatti che gli sono addebitati dopo essere stato raggiunto dai carabinieri di Vasto a Barletta, dove si trovava da parenti da fine dicembre.

Maathaoui, accusato di omicidio aggravato e di rapina aggravata, e' rinchiuso nel carcere di Trani. Dopo la convalida dell'arresto, verrà trasferito dalla Puglia al carcere vastese di Torre Sinello. Il 36enne conosceva la vittima, per la quale aveva eseguito in passato dei lavori edili. La donna stessa gli avrebbe lanciato le chiavi di casa dalla finestra. Faceva così con tutti i parenti e conoscenti, dato che lei aveva grosse difficoltà di movimento dovute a una grave forma di artrosi deformante.

Nell'inchiesta rimane indagato il fratello della vittima, Antonio Strever, difeso dall'avvocato Arnaldo Tascione.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi