Vasto   Politica 26/02/2013

"Rifiuti abbandonati in periferia,
a Vasto serve l’isola ecologica"

Del Prete (Fli)

"Vasto non può più attendere: c'è urgenza dell'isola ecologica". Nicola Del Prete, consigliere comunale, interviene sull'emergenza rifiuti in città. "L'amministrazione comunale deve togliere ogni attenuante a chi continua nella sua inciviltà di abbandonare sacchetti di immondizia lungo le strade di periferia meno frequentate, facendo di Vasto una città che non mostra quella bella immagine che dovrebbe.

Su via Maddalena e strade laterali, la situazione è drammatica - prosegue Del Prete che, con D'Alessandro, nei giorni scorsi, denunciarono la scarsa rilevanza che Vasto ha nel differenziare la plastica -. Da anni ripeto che un servizio di raccolta differenziata non può prescindere dalle isole ecologiche. Ci sono famiglie che hanno necessità di conferire rifiuti ingombranti, residui di attività edilizie in luoghi autorizzati, materiali speciali. Possibile che non si riesca ad avviare i lavori per la realizzazione, come ripetiamo da tempo, di un isola ecologica lì dove il Comune ha uno spazio adeguato: ossia l'area adiacente i capannoni in via San Leonardo?

Anche perché - prosegue Del Prete - in quel luogo, nel recente passato, ci sono stati interventi della magistratura perché il conferimento di rifiuti avveniva lo stesso, senza le dovute autorizzazioni che configurerebbero una isola ecologica. Mi auguro - conclude il consigliere comunale - che l'amministrazione comunale, per limitare il conferimento dei rifiuti ai bordi della strade di periferia, si attivi al più presto per realizzare la tanto auspicata isola ecologica. Sono certo che la sua efficacia produrrà, da subito, risultati positivi ed andrà a dare una riposta importante a quanti non sanno dove depositare i rifiuti più ingombranti".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi