Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   L'angolo dei lettori 22/02/2013

"Le strade di Vasto sono
diventate come il Far West"

La lettera

Traffico in piazza Verdi"Sulle strade di Vasto è il Far West". E' lo sfogo di una lettrice di ZonaLocale.it. "Non è più possibile sopportare questa situazione", afferma A.D. perché "i semafori non funzionano, la gente sorpassa dove non deve", molti automobilisti "ti tagliano la strada, non ti danno la precedenza, parcheggiano nei posti riservati ai diversamente abili e non ci dimentichiamo delle persone che parcheggiano in doppia fila e bloccano il traffico".
 
Mentre per i malcapitati pedoni "sembra che debbano essere loro a fermarsi per far passare le macchine".
 
"Possibile che a Vasto sembri di stare nel Far West? Poi i signori vigili dicono che loro lavorano per aiutare i cittadini, ma dove? Non li ho mai visti fare una multa a qualcuno che fosse parcheggiato in
doppia fila, o a chi non dà la precedenza, chi supera il limite di velocità e vogliamo parlare di quelli che parlano al telefono mentre guidano?
 
Ieri mentre passavo in corso Mazzini ecco cosa ho visto, (come ogni giorno d'altronde): erano le 11:50, ora di punta, e lungo la strada che porta verso il Comune c'erano cinque macchine parcheggiate in divieto di sosta. Pochi secondi dopo è passata una pattuglia dei vigili urbani, hanno visto benissimo
le macchine, hanno continuato come nulla fosse, ma la cosa si ripete tutti i giorni per più volte e non solo in questo punto della città, ovunque. Qui adesso chiedo: ma secondo voi la cosa è normale, o sono io vedo le cose in un altro modo? A volte non lo so nemmeno io".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi