Vasto   Ambiente 15/02/2013

"La politica tuteli l’ambiente
e non gli interessi di qualcuno"

La polemica

"Quando pensiamo all’Abruzzo come Regione dei Parchi evidentemente pensiamo a una cartolina sempre più sbiadita: già da un po’ di tempo l’Abruzzo è diventata terra di conquista da parte di investitori che puntano a realizzare impianti di forte impatto ambientale con bassa occupazione, dalle centrali a biomasse a impianti di rigenerazione di acidi, o impianti di estrazione petrolifera, scegliendo come ubicazioni Riserve regionali, Parchi e laghi, ovvero quei luoghi che dovrebbero essere deputati ad un altro tipo di sviluppo: la valorizzazione del territorio a fini di eco sostenibilità turistica che in molti angoli del mondo crea occupazione e benessere per chi li abita".

Lo afferma Rifondazione comunista di Vasto, secondo cui "chi ha in mano il potere del Governo Regionale non crede al progresso sociale: la nostra Regione ha scelto la strada della sudditanza medioevale e del provincialismo economico, grazie soprattutto a quelle Istituzioni Pubbliche che davanti ai poteri forti, con l’evidente avvallo della politica, piegano la schiena e si levano il cappello, intimoriti da flotte di avvocati e tecnici asserviti. 

L’ultimo caso clamoroso è quello del Progetto Recogen di Puccioni spa che ha ottenuto il parere positivo della Conferenza dei Servizi di martedì scorso, a seguito del parere positivo espresso dalla Commissione Via. Una Commissione che, in pochi mesi, ha esaminato due volte il progetto esprimendo due pareri opposti: prima un no secco e, successivamente, un parere positivo con prescrizioni. Con la stessa formula si sono comportate la Asl e Arta.

Poi capita però che il Coniv la società che gestisce il depuratore di Punta Penna, indirizzi al Comune, agli uffici appena citati di Regione, Asl, Arta, ed anche a Provincia, Noe dei carabinieri, e Coasiv una lettera, datata 14 febbraio. E' ora - polemizza Rifondazione comunista - che la politica recuperi autorevolezza, per riconsiderare il bene collettivo prioritario rispetto a qualsiasi interesse particolare di qualche investitore".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi