Vasto   Eventi 24/01/2013

Un cammino tra arte e fede
a Santa Maria Maggiore

In programma il 29 gennaio e il 5 febbraio

La Disputa del Sacramento di RaffaelloPer tutti gli appassionati dell’arte, per tutti coloro che vogliono approndire le tematiche della fede, c’è una interessante iniziativa promossa dalla parrocchia di Santa Maria Maggiore, di Vasto. Il percorso prevede di fondere insieme Arte e Fede, la fede rappresenta il messaggio e il contenuto e l’arte diventa il veicolo e il linguaggio di un medesimo discorso. Comprendere l’arte per riflettere su Dio, e incontrare Dio mediante l’arte. In fondo l’arte sacra è nata per questo.

Martedì 29 gennaio e Martedì 5 febbraio, alle ore 20.30,  in chiesa, ci sarà la possibilità di approndire, attraverso le immagini di quadri famosi, come ad esemprio del pittore tedesco del ‘500 Grunevald, Antonello da Messina, Michelangelo, Giuseppe Sammartino, Raffaello, Piero della Francesca, le tematiche ispirate all’Anno di Fede, voluto da Papa Benedetto XVI, legate alla riscoperta del Credo.

La dr.ssa Lina Di Biase, esperta di storia dell’arte approfondirà l’aspetto artistico di ogni tela o scultura presentata, e Don Domenico approfondirà l’aspetto religioso. E’ un’occasione per recuperare il legame con la propria spiritualità, alla ricerca di un dialogo con l’anima. Ma anche per gli appassionati di arte di approfondire l’arte sacra, sia italiana che europea.

Anche se ormai il dato artistico ha prevaricato il messaggio religioso, va ricordato che per secoli quelli che noi ammiriamo come capolavori presumevano, nella lettura dei più, dal valore estetico,per svolgere la mera funzione di testi visivi al servizio dei molti che non sapevano né leggere né scrivere. La bellezza, l'efficacia della loro resa estetica era uno strumento ulteriore e certamente (vale anche oggi) una delle migliori prove dell'esistenza di Dio.
 

Rosaria Spagnuolo

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi