Chieti   Politica 14/01/2013

Dirigenti e amministratori Udc
in rivolta: "Ci autosospendiamo"

"Ennesimo tradimento all’Abruzzo"

UdcI dirigenti e gli amministratori dell'Udc hanno deciso di autosospendersi, le motivazioni di questa scelta sono riportate nel comunicato stampa diffuso nella serata di domenica e pubblicato di seguito.

I Comitati provinciali Udc di Chieti, L'Aquila, Pescara e Teramo, i Sindaci, gli Amministratori provinciali, Comunali e degli Enti pubblici locali, riuniti in assemblea plenaria a Pescara, oggi 13 gennaio 2013,

premesso che

l'individuazione dei candidati UDC alla Camera e al Senato nella circoscrizione abruzzese, così come trapelato dagli organi di stampa in quanto non ancora comunicata ad oggi ufficialmente dagli Organi nazionali del Partito, non è stata assolutamemte rispettosa delle indicazioni date dai Comitati e dalle Direzioni provinciali;

tale scelta si pone in netta contraddizione con la volontà manifestata dal leader nazionale dell'UDC Pier Ferdinando Casini di reintrodurre le preferenze, criterio questo dall'Udc abruzzese sempre sostenuto, proprio al fine di ripristinare il corretto rapporto democratico tra gli eletti e gli elettori;

che i capolista alla Camera e al Senato, così come indicati dagli organi di stampa, sono a tutt'oggi espressioni di altri Partiti tutt'ora in Maggioranza nel Consiglio Regionale Abruzzo;

che aderendo alla tesi del leader nazionale Pier Ferdinando Casini, non siamo disponibili ad accettare e perorare la causa politica degli opportunisti dell'ultima ora;

Decidono di autosospendersi, con riserva di assumere ulteriori iniziative politiche, qualora il Segretario nazionale on. Lorenzo Cesa, il Presidente nazionale del Partito on. Rocco Buttiglione non dovessero convocare, ad horas e per le ragioni innanzi indicate, gli Organismi di Partito al fine di fornire chiarimenti e motivazioni in ordine alle scelte.

E ritengono questo l'ennesimo tradimento dell'Abruzzo da parte dell'on. Casini che si assumerà la responsabilità della mancata elezione dei candidati sia al Senato che alla Camera.

Peraltro già cinque anni fa l'on Casini penalizzò l'Abruzzo scegliendo Ferdinando Adornato al posto di Rodolfo De Laurentis.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi

       
       

      Chiudi
      Chiudi