Rifiuti abbandonati: "Se ne becco uno non so come potrei reagire" - Residenti di via san rocco al limite della sopportazione
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 05/01/2013

Rifiuti abbandonati: "Se ne becco
uno non so come potrei reagire"

Residenti di via san rocco al limite della sopportazione

I sacchetti abbandonati"Spero di non cogliere sul fatto qualcuno che abbandona i rifiuti, altrimenti non so come potrei reagire". Ormai in via San Rocco sono esasperati. La storia è ormai nota. I cittadini che non vogliono saperne di fare la raccolta differenziata vengono da queste parti, approfittando della poca luce nelle ore serali, per gettare via la propria immondizia.

L'ultimo accumulo di sacchetti è nella traversa che conduce all'ingresso dell'IIS Mattei. A segnalarla è un giovane residente, ormai stanco di vedere la strada vicino casa preda degli incivili. "Ma come dobbiamo fare? Perchè la gente viene a gettare qui i propri rifiuti? - si chiede Luca- Prima o poi qualcuno lo becco", dice in preda alla rabbia.

Questa strada senza uscita, nelle ore serali e notturne, è sovente utilizzata come luogo per appartarsi. "Ma ci sono anche delle siringhe gettate nell'erba", spiega il giovane. Alcuni dei sacchetti sono quelli della raccolta della plastica. In uno ci sono anche i rifiuti correttamente (o quasi) separati. Ma evidentemente il suo proprietario non voleva attendere il giorno stabilito. Altri sacchetti sono pieni di festoni e coriandoli. Dopo una bella festa ecco che l'immondizia si getta un po' dove capita.

In via San Rocco i rifiuti abbandonati non fanno più notizia, tanto sono diventati una cattiva abitudine. Così, per i pochi che non rispettano le regole, a rimetterci sono tutti, visto che la raccolta differenziata a Vasto non decolla, con conseguente mancanza di riduzione delle tasse. 

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi