Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


19 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 03/01/2013

Assalto al portavalori sull’A14,
presunto basista rimane in carcere

Le indagini

Il garage di via San GiuseppeLa difesa, almeno per ora, ha rinunciato a chiedere la libertà per il suo assistito. Rimane nel carcere di Torre Sinello il presunto basista dell'assalto al portavalori messo a segno il 14 dicembre scorso. "Non ho presentato istanza al Riesame perché sussistono ancora le esigenze cautelari che impediscono la remissione in libertà del mio assistito", dice l'avvocato Antonello Cerella, difensore di Simone Di Gregorio, il 33enne sansalvese accusato di aver messo a disposizione dei rapinatori il garage di via San Giuseppe in cui carabinieri e polizia municipale di San Salvo hanno ritrovato 30mila euro in contanti e 3 cellulari.

Due persone arrestate (oltre a Di Gregorio, anche Vincenzo Costantino, 40enne di Cerignola), altre 6 ricercate. Ci sarebbe anche un altro basista: un uomo che al Villaggio Siv, al confine tra Vasto e San Salvo, avrebbe dovuto attendere con un furgone pronto a partire l'arrivo della banda che ha arraffato 600mila euro (250mila dei quali già recuperati) e 3mila freanchi svizzeri dal blindato della società Aquila di Ortona. Qualcosa deve essere andato storto. Il passaggio di una pattuglia delle forze dell'ordine o qualche altro elemento di disturbo avrebbe indotto l'uomo alla guida del furgone a mettere in moto e a dileguarsi.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi