Omicidio Strever e assalto al portavalori, vicina la svolta - Le indagini
Il consiglio comunale di Vasto CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 27/12/2012

Omicidio Strever e assalto
al portavalori, vicina la svolta

Le indagini

Per gli investigatori, la pausa natalizia non c'è stata. Proseguono a ritmo serrato le indagini sull'omicidio di Michela Strever, trovata morta soffocata e legata il 19 dicembre scorso nella sua casa di via Villa de Nardis, nelle campagne della zona Nord-Ovest di Vasto.

L'inchiesta sarebbe vicina a una svolta. Sono attesi provvedimenti dell'autorità giudiziaria. L'autopsia eseguita dal medico legale della Asl, Pietro Falco, ha chiarito le cause della morte. Il responso è chiaro: l'assassino ha legato la donna e con violenza le ha riempito di carta il cavo orale. La pensionata, che aveva anche grossi problemi nel camminare perché affetta da una grave forma di artrosi, è morta soffocata. 

Linuccia, come la chiamavano le persone care, è stata anche picchiata: lo dimostra la gravità di traumi e fratture al torace e una lacerazione al fegato. A uccidere la donna è stata una sola persona. Gli inquirenti ritengono di averla individuata e stanno raccogliendo le prove.

La rapina sull'A14 - Nella Procura di Vasto rimane aperto anche un'altro fascicolo caldo: l'indagine sull'assalto al portavalori messa a segno il 14 dicembre scorso da un commando armato fino ai denti. Due persone arrestate, altre 6 ricercate. Ci sarebbe anche un altro basista: un uomo che al Villaggio Siv, al confine tra Vasto e San Salvo, avrebbe dovuto attendere con un furgone pronto a partire l'arrivo della banda che ha arraffato 600mila euro (250mila dei quali già recuperati) e 3mila freanchi svizzeri dal blindato della società Aquila di Ortona. Qualcosa deve essere andato storto. Il passaggio di una pattuglia delle forze dell'ordine o qualche altro elemento di disturbo avrebbe indotto l'uomo alla guida del furgone a mettere in moto e a dileguarsi.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi