Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 13/12/2012

Dilagano i furti nei supermercati,
polizia scopre il settimo ladro

Dagli scaffali erano sparite attrezzature da pesca

 

Le immagini della videosorveglianzaDilaga il fenomeno dei furti nei supermercati di Vasto. Un'altra persona è stata denunciata dalla polizia. Questa settimana è già la quarta. Nei giorni scorsi erano stati arrestati e poi condannati a 9 mesi con pena sospesa tre dipendenti del discount Risparmio casa. 

Stavolta è finito nei guai un 45enne, B.P. le sue iniziali. Una guardia giurata aveva visto tutto nelle immagini delle telecamere e l'ha fermato all'altezza delle barriere antitaccheggio. L'uomo è scappato, ma è stato rintracciato e denunciato dalla polizia. E' accusato di aver rubato materiale per la pesca sportiva. Lo ha tradito la tessera per la raccolta punti, da cui gli agenti sono riusciti a risalire alla sua identità.

Così ricostruisce l'ultima indagini il vice questore Cesare Ciammaichella, dirigente del Commissariato di via Bachelet: "E’ stato rintracciato ed identificato dalla l’uomo che nei giorni scorsi aveva rubato attrezzature per la pesca in un noto supermercato della città.

I sistemi di videosorveglianza, ormai presenti in molti punti vendita, hanno ripreso perfettamente e con chiarezza la scena.

Un uomo dai capelli brizzolati, con baffi e occhiali da vista, vestito con giacca smanicata tipo caccia e pantaloni mimetici, si era diretto allo scaffale dove erano esposti i prodotti per la pesca, aveva aperto con cura alcune scatole, ne aveva prelevato il contenuto occultandolo sapientemente nell’ampio gilet multitasche e aveva risistemato le scatole al loro posto. 

Poi aveva continuato a fare la spesa e si era recato alle casse per pagare i prodotti di poco conto, regolarmente acquistati. 

Un addetto alla vigilanza, che proprio in quel momento si trovava nella sala delle telecamere, era rimasto colpito dall’insolito abbigliamento dell’uomo e, incuriosito, ne aveva seguito i movimenti, cogliendolo sul fatto.

A questo punto il vigilantes l’aveva raggiunto e fermato oltre le barriere antitaccheggio e contemporaneamente aveva avvisato la polizia.

All’inizio l’uomo non aveva opposto resistenza, con estrema calma aveva mostrato lo scontrino a dimostrazione della merce acquistata ma, quando l’addetto alla vigilanza gli aveva fatto notare che sullo scontrino non erano menzionati i prodotti per la pesca, questi si dava alla fuga, abbandonando la merce in un canneto limitrofo e facendo perdere completamente le proprie tracce. 

Le indagini immediatamente esperite da personale del Commissariato hanno permesso di identificare l’autore del furto.

Dopo aver esaminato attentamente le immagini del circuito di videosorveglianza e ricostruito tutti i movimenti dell’uomo all’interno del supermercato, la polizia ha notato che nel pagare i prodotti acquistati, l’uomo aveva fornito anche una tessera per la raccolta punti (si tratta di una card  individuale che consente di accreditare a nome del  cliente, di volta in volta che compie acquisti determinati punti che, alla fine della raccolta, gli consentiranno di ricevere un premio).  

Ulteriori accertamenti hanno evidenziato che la tessera risultava intestata ad una donna, residente in un paese vicino, sposata con un uomo che spesso usava vestirsi con abbigliamento militare e che corrispondeva perfettamente all’identikit del ladro. 

Ora l’autore aveva non solo un volto ma anche un nome.

L’uso della card e l’abbigliamento inusuale hanno tradito il ladro, che identificato per B.P., di anni 45, con alcuni precedenti per reati contro il patrimonio, è stato deferito all'autorità giudiziaria per furto aggravato".  

 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi