Omicidio, la parte lesa affida la perizia a Roberta Bruzzone - Il delitto di via Anghella
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 28/11/2012

Omicidio, la parte lesa affida
la perizia a Roberta Bruzzone

Il delitto di via Anghella

Roberta BruzzoneSarà Roberta Bruzzone il perito nominato dalla parte lesa nell'incidente probatorio dell'omicidio di via Anghella. Stamani alle 11 la prima udienza in cui è previsto il giuramento del consulente tecnico d'ufficio e la comunicazione dei periti di parte. 

Gianni Menna, l'avvocato delle parti lese, nominerà la 39enne criminologa ligure, nota per le sue apparizioni televisive a Porta a Porta. A Vasto ha già tenuto due conferenze all'Istituto superiore Mattei. L'idea iniziale del legale dei familiari dei congiugi uccisi era di ricorrere a tre consulenti. Oggi, invece, la scelta ricadrà su un'esperta ai massimi livelli della psicologia forense, che si è già occupata di casi spinosi, tra cui il giallo di Avetrana.

La perizia servirà a stabilire se l'ìndagato era capace di intendere e di volere al momento in cui si è consumata la tragedia e se è capace di partecipare con coscienza al processo cui rischia di essere sottoposto.

Entrano in una fase cruciale le indagini sul delitto di via Anghella, dove nel pomeriggio di sabato 18 novembre Emidio Del Vecchio, 78 anni, e Adele Tumini, 75, marito e moglie, sono stati barbaramente assassinati con 111 coltellate. Trentotto sull'uomo e 73 sulla donna: tante ne avrebbe trovate il medico che ha eseguito le autopsie, Pietro Falco, anatomopatologo della Asl provinciale. 

Determinante sarà l'incidente probatorio, che consiste in una perizia psichiatrica sull'indagato, Marco Del Vecchio, 37 anni, figlio delle vittime.

Si comincia ufficialmente oggi con la nomina dei periti e il conseguente giuramento: Giuseppe Orfanelli del Centro igiene mentale di Chieti per la Procura della Repubblica, lo psichiatra Ferruccio Canfora di Teramo, scelto dal giudice per le indagini preliminari, e la Bruzzone, che verrà nominata dalla parte lesa, cioè gli altri due figli, Osvaldo e Nicoletta Del Vecchio, rappresentanti dall'avvocato Gianni Menna. Anche la difesa ha la facoltà di indicare un suo consulente.

Le operazioni peritali non inizieranno subito, ma a dicembre. Il gip del Tribunale di Vasto, Stefania Izzi, ha disposto la perizia psichiatrica la scorsa settimana, accogliendo le richieste avanzate dal pubblico ministero, Enrica Medori, che coordina le indagini, e dall'avvocato Raffaele Giacomucci, difensore dell'indiziato.

Marco Del Vecchio è sorvegliato a vista nel carcere di Torre Sinello dal 19 novembre scorso, quando è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria poi tramutato in custodia cautelare. Il giudice ha disposto la detenzione in isolamento.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi