Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 14/11/2012

Sta bene e ha partorito 6 cuccioli
la cagnetta maltrattata a Lentella

Si chiama Martina, era stata legata con una catena all’auto e trascinata dal proprietario

Martina, la cagnetta di LentellaSta bene la cagnetta di Lentella vittima di un gesto incivile i primi del mese, quando il suo proprietario, per non sporcare la propria auto, l'aveva legata con una catena alla propria vettura trascinandola in giro per il paese.

Dopo che il dottor Genovesi, del servizio veterinario ASL, aveva effettuato un sopralluogo insieme ad una guradia zoofila dell'associazione Amici di Zampa, era stato deciso di togliere il cane, che nel frattempo aveva partorito, alla persona responsabile del brutto gesto. Quest'ultima sarà denunciata e l'associazione Amici di Zampa si costituirà parte civile.

La cagnetta adesso si trova nel canile municipale di Vasto, insieme ai suoi 6 cuccioletti, che nonostante tutto stanno bene. I soci del canile hanno deciso di chiamarla Martina, vista la vicinanza con la festa di San Martino.

Tra due mesi, verso la fine di dicembre, al termine del periodo di svezzamento, i cuccioli potranno essere adottati. I 6 cuccioli dati alla luce da Martina

"E' un gesto di grande inciviltà - ha dichiarato Rosanna Florio, presidente dell'associazione Amici di Zampa che gestisce il canile municipale - chi non ama gli animali non ama nemmeno le persone. Nessuno è obbligato ad avere un cane, ma non per questo deve mancare di rispetto nei loro confronti, è come se uno a cui non piace l'arte andasse a distruggere tutti i quadri o le statue. Rispetto che deve essere insegnato soprattutto ai bambini che troppo spesso seguono esempi sbagliati e dai quali imparano comportamenti negativi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi