Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 29/10/2012

"Basta incidenti. Non possiamo
vivere con questa preoccupazione"

Maria saracino chiede interventi urgenti per l’incrocio "maledetto"

L'incrocio maledettoDue incidenti in due giorni. Molto di più che un semplice campanello d'allarme, anche perchè vanno ad aggiungersi ad una serie di episodi che nel corso degli anni sono accaduti all'incrocio tra via Incoronata e via San Leonardo. Ieri mattina i residenti di quella zona erano ancora sconvolti per quanto accaduto.

C'era anche Maria Saracino, professoressa del Liceo Scientifico Mattioli. Lei abita proprio a ridosso della strada. Un paio d'anni fa un'auto piombò nel suo giardino. I segni di quell'incidente sono ancora visibili nella nuova ringhiera "appiccicata" a quelli che erano i vecchi pali. "Qui siamo tutti preoccupati - dice la Saracino-. Questa volta non ci sono stati feriti. Ma cosa sarebbe potuto accadere? Servono interventi urgenti perchè torni ad esserci un minimo di sicurezza". 

Una delle principali cause degli incidenti in questo tratto di strada è l'alta velocità delle autovetture. Fino a qualche anno fa questa era considerata una zona periferica. Oggi, con tutte le case che sono state costruite, è di fatto centro urbano. Solo una settimana fa avevamo evidenziato le criticità del semaforo (spento) che si trova davanti alle scuole, a qualche decina di metri di distanza. 

I segni degli incidentiOra questi incidenti, che solo miracolosamente non hanno provocato gravi conseguenze. Venerdì sera c'erano delle persone ferme ad aspettare l'autobus a pochi metri da dove si è ribaltata l'auto. Sabato sera l'auto colpita dopo l'incidente è finita contro le cassette con i contatori del metano, che appaiono danneggiati. Se l'urto fosse stato più violento chissà cosa sarebbe potuto succedere. 

I residenti chiedono da tempo interventi risolutivi per mettere in sicurezza la zona. "So bene quanto un intervento strutturale sia soggetto a delle lungaggini burocratiche. Ecco perchè suggerisco che vengano posizionati dei lampeggianti ad indicare la curva, soprattutto a chi proviene dalla statale. Oppure un'apposita segnaletica luminosa, utile soprattutto nelle ore notturne. La soluzione migliore sarebbe una rotatoria". Rotatoria attorno alla quale c'è un mistero, perchè se n'era parlato in passato ma sembra non sia possibile realizzarla perchè non ci sono i giusti spazi. In ogni caso una soluzione va trovata. Perchè chi abita da queste parti non ce la fa più a dover assistere a scene di incidenti e a vivere con un senso di insicurezza costante. 

 

 

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi