Vasto Marina, il centro cambierà volto: che fine farà la rotonda? - Il progetto
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 23/10/2012

Vasto Marina, il centro cambierà
volto: che fine farà la rotonda?

Il progetto

La zona della rotonda di viale DalmaziaCambiare il volto di Vasto Marina. Portare negozi e attività nella zona storica della località balneare, dove tradizionalmente trovano posto solo i bar e qualche pub. L'idea non è del tutto nuova, visto che se ne parlava già una decina d'anni fa: ampliare la passeggiata rialzata di viale Dalmazia e trasformare i parcheggi ai lati della vecchia rotonda in una galleria di negozi e attività commerciali. Era rimasta, però, solo sulla carta. Una bozza. Un disegno mai sviluppato davvero. 

Ora rifare il look al centro di Vasto Marina torna nei piani dell'amministrazione comunale. E anche in quelli di Confesercenti: "Stiamo elaborando un progetto di riqualificazione della zona, che andrà di pari passo con i progetti dell'amministrazione sulle aree di risulta dell'ex stazione ferroviaria", si limita a dire Simone Lembo, direttore di Confesercenti Vasto. E' Franco Menna, presidente cittadino dell'associazione di commercianti, a occuparsi del piano finalizzato a rendere più moderno il cuore del turismo vastese. 

"Il nostro obiettivo - afferma il sindaco, Luciano Lapenna - è pubblicare un bando di gara per individuare i progettisti in grado di proporre soluzioni per la riqualificazione di tutta l'area storica di Vasto Marina. Dovranno andare di pari passo i progetti relativi alla ex stazione Fs di piazza Fiume e alla zona della rotonda di viale Dalmazia". Per fare tutto questo, non basteranno i finanziamenti pubblici. Già è difficile trovare i fondi necessari a comprare i terreni del vecchio tracciato ferroviario, ragion per cui "bisogna lavorare sul project financing", la finanza di progetto: i privati stanziano i soldi necessari, progettano ed eseguono i lavori e poi gestiscono l'opera realizzata. La Confesercenti è interessata. Vasto Marina, che d'estate si sta progressivamente spopolando, specie di sera, potrebbe diventare un polo turistico-commerciale a due passi dal mare.

Fermo restando che il colpo d'occhio della riviera non sarà più lo stesso. Le venti palme tra la chiesa di Stella Maris e l'estremità settentrionale di viale Dalmazia stanno morendo. L'epidemia da punteruolo rosso ormai si sta allargando a macchia d'olio su tutto il litorale. Le 500 palme di Vasto sono a rischio. Almeno 100 sono già malate. Al posto di quelle che soccomberanno "pianteremo altre specie di alberi, da acquistare attraverso un finanziamento regionale di 10mila euro", annuncia Anna Suriani, assessore all'Ambiente. 

Ma che fine farà la vecchia rotonda? "E' presto per dirlo", mette le mani avanti Lembo. "Fateci prima studiare l'intero progetto".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi