Altri contratti di solidarietà Pilkington, la Uil vuole chiarezza - La crisi
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 07/10/2012

Altri contratti di solidarietà
Pilkington, la Uil vuole chiarezza

La crisi

Gabriele Barisano (Uilcem-Uil)Non riguarderanno solo 400 operai i contratti di solidarietà della Pilkington di San Salvo. Lavorare meno, accettando una riduzione dello stipendio, ma lavorare tutti: questa la soluzione che azienda e sindacati hanno adottato per evitare licenziamenti nella fabbrica più grande del Vastese.

Ormai dal 2008, da quando cioè è iniziata la crisi mondiale, nello stabilimento che produce vetro per auto nella zona industriale di Piana Sant'Angelo la produzione scarseggia. La riduzione dell'Imu decisa dall'amministrazione comunale di centrodestra guidata da Tiziana Magnacca è un passo avanti verso la riduzione dei costi sostenuti dalla aziende, ma non basta a tamponare l'emergenza. 

"Il ricorso ai contratti di solidarietà" attraverso cui i lavoratori percepiranno solo l'80% della paga base, "verrà esteso ad altri operai dell'azienda", prevede Gabriele Barisano della Uilcem-Uil. "Per questo chiediamo all'azienda un confronto nei primi 10 giorni di ottobre per capire la situazione, chiarire le intenzioni della dirigenza della multinazionale giapponese. Vogliamo che la Pilkington ci presenti riguardante il periodo che va da ottobre alla fine dell'anno finanziario", ossia al mese di marzo 2013.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi