Fli:"Per San Michele niente soldi perché li hanno spesi male prima" - Feste patronali al veleno
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 24/09/2012

Fli:"Per San Michele niente soldi
perché li hanno spesi male prima"

Feste patronali al veleno

Nicola Del Prete (Fli)E' caos sulle feste patronali di San Michele Arcangelo. Nicola Del Prete (Fli) attacca l'amministrazione comunale: è "una scelta di carattere politico" perché "la linea dell'austerità per le festività è singolare quando per ferragosto si spendono decine di migliaia di euro per festeggiare il non ancora nato Parco della Costa teatina".

Fa discutere in città la notizia, riportata stamani da Zonalocale.it, del San Michele di austerity previsto per questo 2012. Tramontata l'ipotesi del tradizionale concerto, quest'anno si rischia di rimanere senza alcuno spettacolo, se si escludono bande e fuochi d'artificio. 

"Capirei - dice l'esponente del partito di Fini - se il Comune fosse in dissesto, ma siccome non lo è in base alla certificazione di qualche giorno fa con l'approvazione da parte della maggioranza degli equilibri di bilancio, allora credo sia solo una scelta di carattere politico. Ne prendiamo atto, perché alcune certezze sono incontrovertibili. La prima è che non è stato previsto un solo euro in bilancio per questa Festa. Per questa ragione, qualunque iniziativa la giunta dovesse intraprendere, essa dovrà passare attraverso un atto deliberativo di variazione di bilancio che dovrà poi essere ratificato dal Consiglio comunale. Secondo: quest'anno la Festa si farà se arriveranno i contributi dalla Cassa di Risparmio della provincia di Chieti, ma a tutt'oggi l'ente non ha fatto ancora sapere a quanto ammonterà il contributo richiesto, peraltro, anche per le festività natalizie. Terzo aspetto: Per impegnare le somme che eventualmente si renderanno disponibili, si arriverà all'ultimo giorno utile prima sabato, dunque sarà una festa rimediata, organizzata in extremis, fatta al solo scopo di evitare le feroci critiche che sarebbero piovute all'indirizzo del sindaco e della sua amministrazione comunale, se non fosse stata organizzata.

Alla luce di questi fatti, mi auguro solo che, non potendo più procedere all'affidamento della organizzazione degli eventi ad un'associazione o ad una società, come è avvenuto in passato perché altrimenti ci sarebbero motivi validi per dubitare che si facciano le cose sottobanco (difficile immaginare che un'associazione possa allestire una festa di questa portata in due giorni) a meno che non ci abbia lavorato prima degli atti ufficiali), le strutture comunali dei settori Turismo e Servizi sappiano rimediare alla lentezza della politica ed alla indecisione di un'amministrazione comunale che anche sulle feste Patronali - polemizza Del Prete - presta il fianco a critiche evitabili col buon senso".

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi