Pubblicità sul Web o Radio: chi vince la sfida? - Migliore targetizzazione, costi minori, maggiori risultati e misurabilità

Segui Zonalocale MAGAZINE su Facebook

Magazine   Marketing 22/11/2017

Pubblicità sul Web o Radio: chi vince la sfida?

Migliore targetizzazione, costi minori, maggiori risultati e misurabilità

“L’ho sentito in radio” o “L’ho visto su internet”. Quante volte senti queste frasi ogni giorno? Forse più la seconda che la prima. Certo, la radio ha fatto la storia della pubblicità per tutto il secolo scorso. È stato il mezzo, ancor prima della televisione, che riusciva a comunicare un messaggio al grande pubblico.

Ma internet, lo sappiamo, ha rivoluzionato il mondo e sia la radio che la televisione, hanno perso gradualmente importanza e fatturato (vedi i dati qui e ne abbiamo parlato in un precedente articolo qui) a favore di un canale, quello web, che si è saputo meglio adattare al cambiamento del target e delle sue abitudini. Il web ha scardinato tutti i paradigmi della comunicazione rendendola più efficace e alla portata anche delle medie e piccole imprese che prima restavano spesso escluse, visti i costi radiofonici non proprio accessibili.

Qualsiasi imprenditore addetto marketing in azienda conosce bene come sia impegnativo attrarre nuovi clienti o promuovere prodotti o servizi. Probabilmente ci si trova ancora davanti a questa decisione da prendereradio web? Quindi, in cosa differisce la pubblicità web rispetto a quella in radio? Per quali motivi un’azienda dovrebbe scegliere il web e accantonare la radio?

Coinvolgimento

La differenza più grande tra la radio e la pubblicità online è data dall'interesse che riescono a generare. Quando un annuncio passa alla radio - dato che è possibile targettizzare il pubblico solo dal punto di vista geografico e nulla più - una buona parte delle persone che lo ascoltano potrebbe non essere interessata abbastanza da agire. Magari è distratta perché sta ascoltando il messaggio in auto o mentre fa le pulizie a casa o mentre è a lavoro.

Ma quando pubblicizzi online, invece, stai indirizzando il tuo messaggio web direttamente a persone che stanno cercando attivamente e sono proprio lì perché magari stanno cercando la tua azienda.

Presenza diretta e pronti a rispondere

Nel web, quando qualcuno cerca un'attività (o un prodotto o un servizio), è pronto a visitarla, a comprare qualcosa o almeno a saperne di più. I pulsanti call-to-action diventano fattori importanti nella comunicazione. Il “Chiedi un preventivo”, “Scopri di più”, “Approfondisci”, oppure le chat di assistenza sui siti, sono tutti modi per permettere all’utente interessato di entrare immediatamente in contatto con la tua azienda e costruire il primo mattoncino per la prossima vendita o per l’acquisizione di un nuovo cliente.

Migliore misurabilità

A differenza della pubblicità in radio, le attività di monitoraggio delle campagne pubblicitarie sul web si affilano ogni giorno di più. Aziende che si occupano di marketing riescono a costruire per te una reportistica avanzata che può ben identificare il target che è stato maggiormente interessato dall’azione pubblicitaria e su questo fare attività di remarketing per migliorare ulteriormente il ROI.

Una migliore misurabilità della pubblicità sul web è un aspetto nient’affatto marginale che permette di indirizzare le risorse economiche verso un pubblico realmente interessato al prodotto servizio che stai proponendo. Non dimentichiamoci che l’ottimizzazione di un budget e i risultati che otteniamo dalla pubblicità hanno ripercussione diretta sull'andamento dell’azienda.

Vuoi avere il supporto dei nostri consulenti per sfruttare al meglio le potenzialità del marketing digitale? Guarda qui

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici.

Commenti





 
 

Chiudi
Chiudi