Dipendenza da videogame: l’Oms la inserisce tra le malattie - L’inserimento porterà allo sviluppo di programmi di trattamento

Segui Zonalocale MAGAZINE su Facebook

Dipendenza da videogame: l’Oms la inserisce tra le malattie

L’inserimento porterà allo sviluppo di programmi di trattamento

L’ufficializzazione è arrivata attraverso un post sul proprio sito. Così L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) trasforma quelle che erano solo voci circolate nelle scorse settimane in una decisione chiara, quella di inserire la dipendenza da videogame nella lista ufficiale della malattie nella prossima edizione della International Classification of Diseases prevista per metà anno.

Si legge sul sito ufficiale che: “L'inserimento porterà ad una maggiore attenzione ai rischi di sviluppare il problema e allo sviluppo di misure rilevanti di prevenzione e terapia”.

La dipendenza ha preso il nome di “gaming disorder” e viene identificata da comportamenti che evidenziano la mancanza di controllo sul gioco, la priorità massima del gioco rispetto a tutti gli altri ambiti della vita e della quotidianità e il persistere nei comportamenti compulsivi seppur di fronte a evidenti conseguenze negative dell’individuo.

L’inserimento di questa dipendenza nella lista delle malattie implicherà - oltre ad una maggiore attenzione ai rischi e alla cause che possono far nascere il problema - anche lo sviluppo di programmi di trattamento della malattia per chi ne è già affetto.

Ti è piaciuto questo articolo? Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici.

Azienda, professionista o artigiano? Racconta i tuoi prodotti o servizi sul Magazine, scopri qui come fare

Commenti





 

Chiudi
Chiudi