Clima, energia, mobilità: cosa pensano gli italiani della Green Economy? - Ecco i dati sulla Relazione sullo Stato della green economy 2017

Segui Zonalocale MAGAZINE su Facebook

Magazine   Green 03/01/2018

Clima, energia, mobilità: cosa pensano gli italiani della Green Economy?

Ecco i dati sulla Relazione sullo Stato della green economy 2017

La Relazione sullo Stato della green economy 2017 presenta dati confortanti. Infatti, secondo l’indagine sulle opinioni dei cittadini sulle misure di green economy nelle città, realizzata da Demetra opinioni e coordinata da Ketty Vaccaro del Censis, sei italiani su 10 (58%) sono abbastanza o molto informati sul significato e l’applicazione della green economy e più del 70% ritiene importanti le politiche pubbliche che mirano ad applicare le misure indicate dalla green economy.

Energia e clima

Se si parla di applicabilità della green economy a energia e clima, il consenso arriva fino a superare il 90% di cui il 64% è disponibile anche a pagare di più se si tratta di energia rinnovabile al 100%.

Rigenerazione urbana ed economia circolare

Il 90% degli intervistati è favorevole all’attuazione di misure per la rigenerazione urbana e l’economia circolare e l’80% è favorevole all’eliminazione degli sprechi nelle condutture dell’acqua con miglioramento delle reti con la conseguente eliminazione delle perdite. 9 intervistati su 10 ritengono importante tutelare il capitale naturale e le aree verdi delle città e 7 su 10 a pagare prodotti di più se questi fossero 100% bio.

Mobilità sostenibile

Il 90% degli intervistati è dalla parte della mobilità sostenibile condividendone gli obiettivi. La percentuale scende al 77% quando le misure appaiono piu stringenti come introdurre il divieto di vendere auto a gasolio e a benzina entro 10 anni.

Qualche dato reale

Diminuisce la potenza fotovoltaica installata nei 109 comuni capoluogo a causa dei tagli agli incentivi e passa da 74 watt pro capite nel 2011 a 3 watt pro capite nel 2015. Le perdite nelle reti idriche sono passate dal 35,6% nel 2012 al 38,3% nel 2015. 80mila sono state le automobili a combustibili alternativi vendute nel 2015 nei capoluoghi di provincia e sono in crescita anche le auto elettriche e quelle ibride. +25% anche per le piste ciclabili considerando gli ultimi 5 anni. Infine, passa dal 10% al 40% la raccolta differenziata nei comuni capoluogo negli ultimi 5 anni, persistono però grandi differenze da territorio e territorio.

Dati confortanti e tendenze che fanno ben sperare per i prossimi anni considerando che la green economy non è più una moda, ma un’esigenza sentita e necessaria in tutto il mondo.


Ti è piaciuto questo articolo? Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici.

Azienda, professionista o artigiano? Racconta i tuoi prodotti o servizi sul Magazine, scopri qui come fare

Commenti






Chiudi
Chiudi