Cordisco (Pd): "Gli esponenti regionali del Vastese assenti nella vicenda della Cbi di Gissi" - La nota del segretario provinciale
 
Gissi   Politica 10/06

Cordisco (Pd): "Gli esponenti regionali del Vastese assenti nella vicenda della Cbi di Gissi"

La nota del segretario provinciale

Gianni Cordisco, segretario provinciale del Pd, accusa gli esponenti regionali (soprattutto quelli locali) di non stare sul pezzo riguardo la vicenda della Cbi di Gissi sulla quale spirano venti non proprio rassicuranti [LEGGI] e li invita in Val Sinello per il prossimo 14 giugno.

"Come cittadino e come segretario del Pd provinciale, sabato 8 giugno ho partecipato alla mobilitazione dei lavoratori della Cbi di Gissi che hanno incrociato le braccia nelle due ultime ore del turno dopo la notizia della probabile chiusura dello stabilimento prevista per il 30 giugno. Un’adesione totale che ha visto però la totale assenza della Regione Abruzzo e degli esponenti locali in Regione".

"La Cbi di Gissi è a rischio chiusura. 31 lavoratori e dunque 31 famiglie vedono a rischio il loro lavoro e i sacrifici di una vita. L’Abruzzo non può permettersi tutto questo. L'Abruzzo non può permettersi il continuo e lento spopolamento delle aziende abruzzesi. La Regione Abruzzo a guida centrodestra non può rimanere in silenzio di fronte a quanto sta accadendo".

"Venerdì 14 giugno, in occasione dello sciopero nazionale dei metalmeccanici, sarò al fianco dei 31 lavoratori della Cbi che incroceranno le braccia dinanzi allo stabilimento e sarò accanto a tutti i lavoratori della Val Sinello e della provincia di Chieti. Al contempo come PD stiamo lavorando per convocare al più presto un tavolo di ascolto e di confronto".

"Teniamo alta l’attenzione sulla Cbi di Gissi e sulle famiglie preoccupate. Teniamo alta l'attenzione sulle aziende abruzzesi. Uniamoci tutti per scongiurare la chiusura della Cbi di Gissi. E la Regione Abruzzo dal canto suo dia al più presto risposte in merito. Invito pertanto gli esponenti locali di centrodestra a scendere accanto ai lavoratori. La Politica non può rimanere nell'ombra. Tuteliamo il Lavoro. Tuteliamo i lavoratori. Tuteliamo le Aziende. Tuteliamo il futuro dell'Abruzzo".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi