In marcia per l’autismo: "Vorremmo occuparci dei nostri bambini e non dei diritti negati" - Questa mattina l’iniziativa promossa da Marie Hélène Benedetti
CHIUDI [X]
 
Vasto   Attualità 02/04

In marcia per l’autismo: "Vorremmo occuparci dei nostri bambini e non dei diritti negati"

Questa mattina l’iniziativa promossa da Marie Hélène Benedetti

"Questa storia non deve finire al 2 aprile. Vogliamo tenere alta l'attenzione ogni giorno". Sono cariche di emozione le parole pronunciate da Marie Hélène Benedetti, la mamma di un bimbo autistico di 2 anni e mezzo, davanti al presidio sanitario della Asl in via Michetti a Vasto. Nella giornata internazionale per la consapevolezza sull'autismo la mamma battagliera ha organizzato una marcia per chiedere che vengano riconosciuti ai bambini autistici diritti oggi negati. Tante famiglie sono costrette a dover accompagnare i proprio figli in altre città per poter svolgere le terapie necessarie. 

IL VIDEO DELLA MARCIA [CLICCA QUI]

"Basterebbe semplicemente applicare la legge - sottolinea Marie Hélène . Ci siamo unite tante mamme e abbiamo deciso di dare sempre di più per l'autismo. Ci piacerebbe non occuparci delle leggi che mancano ma dei nostri bambini". Nelle prossime settimane nascerà a Vasto un presidio locale di Autismo Abruzzo onlus, associazione regionale guidata dal presidente Dario Verzulli.

Alla marcia hanno preso parte anche persone che non sono toccate direttamente dalla problematica ma che hanno voluto dare un segno di vicinanza a questa battaglia per i diritti. La partenza dal centro storico è stata salutata dalle locandine affisse in tutti i negozi aderenti al Consorzio Vasto in Centro. Poi, in viale D'Annunzio, un gruppo di bambini accompagnati dalle loro insegnanti, ha preso la testa del corteo con i palloncini blu e intonando una canzone dedicata a questa vicenda. Presenti anche il sindaco Francesco Menna, l'assessore Lina Marchesani e i consiglieri comunali Davide D'Alessandro, Alessandro d'Elisa e Francesco Prospero.

In via Michetti voce di  Marie Hélène Benedetti si è unita quella di altre mamme che, con coraggio e amore per i loro figli, portano avanti una vita di sacrifici e di battaglie. C'è chi da 5 anni è costretto a viaggiare 4 o 5 volte la settimana per accompagnare il figlio a fare le terapie e chi ha fatto causa alla Asl per un caso simile (a giugno ci sarà la sentenza sul ricorso della Asl). È un fronte comune che chiede di dare ai bambini e ai ragazzi autistici la possibilità di essere sostenuti nel loro percorso di vita senza dover subire ulteriori affaticamenti e superando lungaggini burocratriche che mettono a dura prova le famiglie. 

Nel video le voci di chi ha partecipato all'iniziativa.

Guarda il video Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Commenti


Video - La marcia per i diritti dei bambini autistici

Le interviste a Marie Hélène Benedetti, Veronica Tabaracci, al sindaco Francesco Menna, all'assessore Lina Marchesani e ai consiglieri comunali Davide D'Alessandro, Alessandro D'Elisa e Francesco Prospero - Servizio di Giuseppe Ritucci - Riprese e montaggio di Nicola Cinquina



 

 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi