Tutti d’accordo sul gemellaggio con Bari nel nome di San Nicola - Via libera all’unanimità alla firma dell’accordo con il capoluogo pugliese
 
Vasto   Cultura 26/03

Tutti d’accordo sul gemellaggio con Bari nel nome di San Nicola

Via libera all’unanimità alla firma dell’accordo con il capoluogo pugliese

Da sinistra, Antonio Decaro e Francesco Menna"A breve l'atto conclusivo con la firma del gemellaggio tra le due città", annuncia Luigi Marcello, assessore ai Gemellaggi istituzionali. Ieri il Consiglio comunale ha dato all'unanimità il via libera al gemellaggio con Bari nel nome di San Nicola, patrono del capoluogo pugliese, ma molto venerato anche a Vasto, che gli ha dedicato una piccola chiesa e una delle spiagge più belle dei 16 chilometri di litorale. 

"L’amministrazione comunale - ricorda una nota del municipio - fin dall’inizio del corrente mandato amministrativo ha intrapreso un rapporto permanente di reciprocità con il capoluogo pugliese, con cui Vasto è affine in virtù di un medesimo tessuto valoriale, storico, culturale, di tradizione popolare, di cui, in particolare, si evidenziano: la comune ubicazione costiera, a presidio di vasti territori; l’antichissima devozione a San Nicola Vescovo di Mira, Santo Patrono della Città di Bari, fonte di una viva e radicata rete di gruppi di preghiera, che, nel corso degli anni hanno
promosso pellegrinaggi, anche a piedi, lungo la cosiddetta “Via Nicolaiana”; la dedicazione, al Santo Taumaturgo, di due luoghi di culto, la Chiesa di Maria Santissima  del Carmine (anticamente intitolata a San Nicola degli Schiavoni) e la Chiesa di San Nicola della Meta, nonché dell’omonima caletta situata nel tratto di costa ad essa sottostante;

I due Comuni, oltre ad essere legati dal cammino “nicolaiano”, destinato a diventare un itinerario culturale europeo promotore di indotti sostenibili improntati sui valori legati al culto ecumenico di San Nicola, sono legati da altri due cammini in corso di istituzione e rinvigorimento.
Il primo è il cammino dei fari adriatici, che vede le due città come capisaldi significativi nell’ambito della macroregione Adriatico-Ionica. In particolare, il faro di Vasto è stato già oggetto di studi scientifici tesi all’istituzione del cammino, promossi dal Politecnico di Bari con il patrocinio del Comune della Città del Vasto, della Regione Puglia e dall’Agenzia del Demanio. Le risultanze sono state presentate, nel settembre 2017, nel corso di un convegno tenutosi presso i Giardini di Palazzo d’Avalos, che ha visto la partecipazione dei sindaci Francesco Menna e Antonio Decaro e di numerosi esponenti del mondo politico, accademico e culturale di entrambe le realtà cittadine.
Il secondo è costituito dalla rete territoriale dei cammini della transumanza, una trama che connette l’Abruzzo alla Puglia, attraversando paesaggi straordinari".

Secondo l'amministrazione comunale, "inquadrato in questa prospettiva, il gemellaggio tra le due Città si apre alle potenzialità di sviluppo strategico promosse dalle politiche territoriali europee ed orientate ad implementare le green e blue economy, il turismo sostenibile, la valorizzazione delle risorse locali ed identitarie.

Il Comitato di gemellaggio tra la Città del Vasto e la Città di Bari incoraggia la stipula del Patto di Gemellaggio, nella consapevolezza di positive ulteriori contaminazioni tra le due città, sia negli ambiti della storia che della tradizione, della religiosità, dell’arte e della cultura, degli scambi turistici e della condivisione delle buone pratiche".

“Ringrazio - ha dichiarato Marcello - il sindaco di Bari, Antonio Decaro ed il suo staff per la costante collaborazione dimostrata e per la condivisione di questa iniziativa che vedrà a breve l’atto conclusivo con la firma del gemellaggio tra le due città. Un pensiero di riconoscenza anche ai componenti del comitato per il lavoro svolto e per il grande impegno e la professionalità dimostrata nella stesura della relazione finale”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi