Sulla provinciale di Pollutri gli incidenti coi cinghiali ormai sono all’ordine del giorno - Stamattina lo scontro tra un ungulato e un furgone
 
Vasto   Cronaca 26/03

Sulla provinciale di Pollutri gli incidenti coi cinghiali ormai sono all’ordine del giorno

Stamattina lo scontro tra un ungulato e un furgone

Il luogo dell'incidenteOrmai si è pero il conto degli incidenti causati dai cinghiali sulla strada provinciale Casalbordino-Pollutri-Scerni. L'ennesimo sinistro è avvenuto stamani in territorio di Pollutri.

Un furgone che trasportava confezioni di patatine fritte si è scontrato con un grosso ungulato che ha improvvisamente attraversato la strada. Nell'impatto, l'animale è morto. Danni al furgone, ma fortunatamente non al conducente, che ha allertato i carabinieri forestali, giunti sul posto per i necessari rilievi e per disporre la rimozione della carcassa dalla carreggiata. 

Ormai da anni, le associazioni Terre di Punta Aderci di Vasto e Avas-Daniela Martorella di Casoli conducono una battaglia per chiedere la riduzione numerica tramite abbattimento selettivo dei cinghiali, che provocano incidenti stradali, alcuni dei quali gravi, e devastano le campagne, ma anche il risarcimento dei danni da parte della Regione Abruzzo, proprietaria della fauna selvatica. I due sodalizi, nelle scorse settimane, hanno coinvolto in una partecipata riunione associazioni di cacciatori, agricoltori e privati cittadini, secondo cui, nel corso degli anni, è stato consentito un proliferare eccessivo degli ungulati, frutto di un ripopolamento incontrollato, avvenuto alcuni decenni orsono, quando i cinghiali autctoni si erano quasi estinti e in Abruzzo fu trapiantata un'altra specie naturalizzata. 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi