"Dottor Storto, per i suoi pazienti è stato un padre dalla bontà infinita" - La lettera
 

"Dottor Storto, per i suoi pazienti è stato un padre dalla bontà infinita"

La lettera

Da Giuliana Quinzi riceviamo e pubblichiamo un ringraziamento rivolto al dottor Giovanni Storto, che di recente è andarto in pensione. 

“Caro Giovanni,

sarà impossibile per chi ti ha conosciuto, ti ha vissuto ed ha avuto l’onore di incontrarti nel percorso della vita parlare di addio professionale, nonostante il protocollo lavorativo imponga la pensione per il raggiungimento dei limiti di età.

Questo vuol essere un riconoscimento alla tua carriera, ma soprattutto all’uomo, al medico, all’amico che con passione, sacrificio, generosità ed abnegazione ha difeso la mia salute, la salute della mia famiglia e dei suoi pazienti. Avendo cura per svariati anni della nostra piccola comunità, Fraine, e successivamente Vasto.

Il dottor Storto è quell’uomo che ti riceve nella sua stanza davanti ad una scrivania … una scrivania che ha vissuto moltissime storie di dolore, ma anche speranze e gioie.

Ma lui non è soltanto questo, per me lui diventa il ‘padre’ di tutti i suoi pazienti, il padre dal cuore grande ed una bontà infinita, che con il suo amore e la sua professionalità mi ha aiutato ad affrontare le difficoltà della mia vita e di tutte le persone a me care.

Giovanni è un uomo che riesce a trasmettere la sua straordinaria carica umana a tutti ed è sempre pronto a riceverti, accoglierti e curarti senza mai farti sentire solo. Un medico che non si ferma alla prescrizione delle analisi più o meno specialistiche, ma che ti segue ovunque anche quando sei ricoverato … che si informa, magari senza dirti nulla … che sovrintende a tutto il percorso evolutivo del paziente. Una assistenza a qualunque orario, in qualsiasi momento e circostanza, senza considerare se fosse giorno infrasettimanale o festivo. Così ti accorgi che si sente coinvolto e, pure mantenendo sempre la riservatezza e la sicurezza professionale, mi ha sempre saputo incoraggiare e rassicurare.
A lui i ringraziamenti più sinceri, la stima, la gratitudine di tutti i pazienti, la riconoscenza per il bene compiuto con l’augurio di un lungo e sereno periodo di meritato congedo lavorativo. Continuerai sempre ad essere una persona importantissima per me.

Grazie di tutto. Giuliana Quinzi".

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

Spazio autogestito a pagamento
Spazio autogestito a pagamento
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi