Campionati italiani di wushu kung fu, per De Palma 5 atleti sul podio - Arti marziali
 
Vasto   Sport 23/01

Campionati italiani di wushu kung fu, per De Palma 5 atleti sul podio

Arti marziali

Cinque atleti della scuola del maestro Carmine De Palma, che ha sedi a Vasto, Termoli e Petacciato, salgono sul podio al Campionato nazionale di Csi wushu kung fu, che si è svolto a Roma il 20 gennaio. L'oro è andato a Michele Di Biase, il secondo posto a Vincenzo Verretti, Christian Reale e Pietro Di Stefano, il terzo ad Ascanio Barone.

"Hanno rappresentato l'Abruzzo e il Molise", racconta con orgoglio De Palma. "Inizialmente avrebbero dovuto essere in 12, ma molti di loro sono rimasti a casa, bloccati dalla febbre. Michele Di Biase è stato perfetto in tutti, vincendo addirittura il secondo incontro per abbandono dell'avversario dopo 30 secondi. Questo fa capire quanta determinazione e voglia di vincere ha profuso, al punto tale da annientare subito l'avversario e portarlo al ritiro. 

Vincenzo Verretti ha stravinto i primi due incontri. Poi ha trovato in finale un atleta di 12 anni (lui ne ha solo 9), molto più pesante e alto di lui. Anche se ha perso, è stato l'incontro più bello perché, oltre alla tecnica, ci ha messo il cuore e la voglia di vincere, arrendendosi alla fine per soli due punti. 

Stefano Di Pietro ha stravinto il primo incontro con velocità e destrezza a portrare i colpi senza farsi prendere dall'avversario. Nel secondo, con colpi ripetuti e continui, ha portato più volte l'avversario fuori dal tatami e ha vinto. Poi si è sconteato con un atleta più grande di lui, ma con le sue stessa capacità di gestione dei colpi, perdendo di un solo punto. Un esito che lascia l'amaro in bocca

Christian Reale fin dall'inizio sprizzava energia da tutti i pori, facendo punti in tutti i modi: calci, pugni, spazzate, uscite, proiezioni, stravincendo i primi due incontri. Il terzo, per lui, è iniziato alla grande, ma nel primo round è stato penalizzato da qualche errore e da un'ammonzione. Nel secondo ha cercato di accumulare punti, ma il round è finito in parità, consegnando la vittoria all'avversario. 

Ascanio Barone ha cominciato bene, ma poi si è dovuto accontentare del terzo posto, perdendo per soli 3 punti. È consapevole di poter fare di più per vincere. 

Abbiamo dimostrato ancora una volta il nostro bagaglio tecnico la nostra preparazione e la nostra professionalità. Saremo sempre più che determinati e con voglia di vincere.

Adesso - conclude De Palma - torniamo migliorare e a crescere sempre di più in vista di altri impegni importantissimi a carattere nazionale, che ci vedranno impegnati già a marzo, mentre gli altri atleti agonisti più grandi saranno impegnati nella Kick Light a Genzano di Roma il 27 gennaio, per la prima fase interregionale del Centro Italia, valida per la selezione nazionale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

Spazio autogestito a pagamento
Spazio autogestito a pagamento
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi