A sessant’anni dalla morte torna a vivere la voce del cantante vastese Nicolàs Cieri - Pubblicato il brano "Qui sotto il cielo di Capri", inciso nel 1952
 
Vasto   Musica 12/01

A sessant’anni dalla morte torna a vivere la voce del cantante vastese Nicolàs Cieri

Pubblicato il brano "Qui sotto il cielo di Capri", inciso nel 1952

È una voce che arriva dal passato e che permette di rivivere emozioni antiche. Da qualche giorno si può asscoltare su Youtube "Qui sotto il cielo di Capri", canzone incisa nel 1952 dal cantante vastese Nicolàs Cieri. Nato a Vasto nel 1911, Cieri ha iniziato la sua carriera artistica nel 1933 a Parigi, dove ha formato un suo gruppo musicale, l'Orchestra Riviera. Con le sue prime apparizioni a Lille, Nizza, Poitier, Pornichet, Le Mans, Royen, Digione e Saint Nazair fu ribattezzato dal pubblico francese "Il cantore della Costa Azul". Il 21 aprile 1945, in quella che fu chiamata "la notte degli alleati", si esibì con la sua orchestra al Teatro dell'Opera di Parigi.

Fino al 1949 viaggiò attraverso tutto il continente europeo, avendo un successo speciale durante la sua stagione nel leggendario "Au boeuf sur le toit" negli Champs Elysees della capitale francese. Per un anno ha viaggiato con la sua orchestra in Indocina e, nel 1951 arrivò in America, dove continuò con i suoi concerti negli Stati Uniti del sud, Cuba, Venezuela, Argentina e Repubblica Dominicana. Si sposò in Messico nel 1953 e formò una famiglia. Morì giovane, a soli 47 anni, a Genova, dove riposa nel cimitero monumentale di Staglieno.

Oggi possiamo tornare a sentire la sua voce in questo celebre brano da lui magistralmente interpretato e che riporta la testimonianza delle grandi qualità artistiche di Nicolàs Cieri.

Guarda il video

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

Spazio autogestito a pagamento
 
  • Spazio autogestito a pagamento
 
 
  • Spazio autogestito a pagamento

Chiudi
Chiudi