Duemila firme contro l’emergenza cinghiali, Bosco: "Vogliamo incontrare i candidati presidenti" - La petizione
 
Vasto   Attualità 24/12/2018

Duemila firme contro l’emergenza cinghiali, Bosco: "Vogliamo incontrare i candidati presidenti"

La petizione

Vasto: la raccolta firme dell'associazione Terre di Punta Aderci

Superata quota 2mila firme. Si fa sempre più consistente la fetta di popolazione che, nel Vastese, chiede "interventi di controllo della popolazione di ungulati". Ad aver avviato, ormai da mesi, la raccolta di firme per chiedere l'abbattimento controllato dei cinghiali in sovrannumero, che causano incidenti stradali e danni ingenti alle colture, è l'associazione Terre di Punta Aderci.

"Siamo delusi - è la critica del presidente del sodalizio, Michele Bosco - dalle associazioni di categoria del settore agricolo e dalla politica, che fino ad ora non hanno fatto niente di rilevante per risolvere il problema. Visto che si avvicinano le elezioni regionali, inviteremo i candidati governatori a un incontro in cui chiederemo loro cosa vogliono fare. Nessuno prende le difese della parte lesa, ossia gli automobilisti e gli agricoltori. Siamo andati al mercato coperto di Santa Chiara, nel centro storico di Vasto, e abbiamo trovato ortolani disperati, che hanno immediatamente firmato la petizione".

"Sabato 22 dicembre - si legge in una nota di Terre di Punta Aderci - l'associazione si è ritrovata con un importante appuntamento Natalizio in piazza L V Pudente a Vasto. Ad oggi in occasione di eventi a Vasto e nei comuni limitrofi sono state raccolte oltre 2000 firme, grazie anche alla proficua collaborazione delle amministrazioni comunali di Vasto, Pollutri, Casalbordino e Torin di Sangro, i cui cittadini chiedono ad unanime voce la urgente e tempestiva azione da parte delle autorità nella gestione cinghiali. Si tratta di un tema sentito dalla popolazione e spesso purtroppo utilizzato a fini politici e propagandistici, ma mai realmente affrontato. L'associazione Terre di punta Aderci, ricostituita lo scorso maggio, tra le sue varie attività ha deciso di sposare la causa facendosi portavoce dei timori e del malcontento della popolazione, sempre più preoccupata per la massiccia e incontrollata presenza di ungulati sul territorio".

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

Spazio autogestito a pagamento
 
  • Spazio autogestito a pagamento
 
 
  • Spazio autogestito a pagamento

Chiudi
Chiudi