Vendita Pulchra, M5S: "L’amministrazione ci ripensi. Anomalie nella procedura" - Il caso
 
Vasto   Politica 10/11

Vendita Pulchra, M5S: "L’amministrazione ci ripensi. Anomalie nella procedura"

Il caso

Vasto: parco mezzi della Pulchra spa"Abbiamo inviato una lettera al sindaco ed ai componenti il Consiglio comunale per invitarli a riconsiderare la validità della gara vinta dalla Sapi S.r.l. che, unica concorrente, ha offerto 1.160.000 euro per acquisire il 51% delle azioni di Pulchra Ambiente S.p.a. in possesso del Comune di Vasto". Il Movimento 5 Stelle chiede all'amministrazione comunale di centrosinistra di fare un passo indietro e solleva dubbi su quelle che definisce "anomalie" della procedura di valutazione del valore della quota di maggioranza della società mista pubblico-privato che si occupa della raccolta differenziata e dell'igiene urbana in città. 

"Le valutazioni poste a fondamento dell’importo a base d’asta della quota comunale, infatti, sono decisamente anomale e discutibili ed hanno portato ad una riduzione del valore, fissato a 1.158.965, a fronte di una stima iniziale di 1.336.311.
Le principali anomalie della perizia riguardano: i ricavi dalle prestazioni, riferiti erroneamente solo ai servizi principali, con esclusione dei servizi opzionali; i ricavi da filiera Conai, più bassi dei valori che si avrebbero applicando il capitolato; il sostanzioso aumento dei costi del personale a partire dal 2018, privo di una reale motivazione in quanto i servizi erogati nel 2018 sono stati gli stessi erogati nel 2017; la dinamica dei costi industriali legata all’inflazione mentre i ricavi restano costanti per tutta la durata del contratto (2019-2023); la variabilità degli accantonamenti al fondo rischi modificati, da 400.000 a 250.000 ed infine a 270.000 euro nelle diverse perizie senza alcuna valida motivazione; la variazione immotivata e tardiva del periodo di riferimento (prima 2014-2021 poi 2015-2023) per il calcolo della media dei valori di redditività.

Questa iniziativa - si legge in una nota dei pentastellati vastesi - è diretta a tutti i consiglieri comunali e al sindaco affinché prendano coscienza della effettiva situazione e riflettano sulla concreta possibilità di annullare la gara in autotutela a causa del pesante danno erariale che deriverebbe dalla vendita della quota ad un prezzo ben al di sotto del valore reale. L’auspicio è che lunedì 12 novembre 2018, ciascun componente il Consiglio comunale sappia consapevolmente come votare. Noi voteremo per tutti quei cittadini che per vent’anni hanno atteso che si potesse, finalmente, stipulare un contratto equilibrato, per l’azienda e per loro stessi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi