Nato con una grave malformazione, è diventato un motivatore: a Vasto la storia di Massimiliano - Appuntamento il 17 novembre nell’Auditorium della chiesa di San Paolo
 
Vasto   Attualità 07/11

Nato con una grave malformazione, è diventato un motivatore: a Vasto la storia di Massimiliano

Appuntamento il 17 novembre nell’Auditorium della chiesa di San Paolo

Ha trasformato la sua disabilità in una opportunità. Nato nel 1986 con una grave malformazione che ha impedito il completo sviluppo degli arti inferiori e superiori, Massimiliano Sechi è riuscito a superare le barriere fisiche e mentali ed è oggi un “motivatore” che dedica la sua vita alla formazione di se stesso e del prossimo, guidando le persone verso la consapevolezza di sé e del proprio talento. Oggi aiuta gli altri ad affrontare le difficoltà che lui stesso ha affrontato nella sua vita ed imparato coraggiosamente a superare.

Tutte le esperienze, tutte le difficoltà, tutte le cadute ci costringono a guardarci dentro e dover tirare fuori la parte più forte di noi, per migliorare la nostra vita e poter contribuire meglio a quella degli altri. 

Per trasmettere il suo messaggio di positività sarà a Vasto il 17 novembre, dalle 17 alle 19.30, nell’Auditorium della Chiesa San Paolo Apostolo, in via Ritucci Chinni, grazie ad un evento organizzato dall’associazione “Un buco nel tetto”. Sarà una serata alla scoperta di sé, delle convinzioni che ci limitano da quando siamo piccoli, delle scuse che ci tengono lontani dalla nostra realizzazione ma anche alla scoperta di come funzioni la nostra mente, del nostro vero valore, dei nostri desideri più profondi e talenti pronti ad essere messi in campo per farci diventare chi siamo veramente. Quella di Vasto è l’unica tappa abruzzese del tour “Noexcuses”.

“Ho cercato per troppi anni di essere normale”, ama ripetere Sechi, “ma oggi la normalità non mi basta più. Io voglio una vita straordinaria”.

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi