Il 7 novembre un convegno sul monastero di "Sant’Angelo in Cornacchiano" di Fresagrandinaria - Restaurato un frammento trovato tra i resti della struttura
 

Il 7 novembre un convegno sul monastero di "Sant’Angelo in Cornacchiano" di Fresagrandinaria

Restaurato un frammento trovato tra i resti della struttura

Mercoledì 7 novembre (ore 9:30), nella sala museale di Monteodorisio, si terrà il convegno Il monastero di Sant’Angelo in Cornacchiano di Fresagrandinaria. 

L’evento, che inizierà con i saluti istituzionali, nasce dalla collaborazione tra la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo e l’Accademia delle Belle Arti dell’Aquila finalizzata ad un intervento di restauro su un lacerto musivo proveniente dalle indagini archeologiche svolte nel 1999 tra i resti del monastero di Sant’Angelo in Cornacchiano.

Il frammento rimarrà esposto nelle sale del Museo Archeologico del Vastese a Monteodorisio e l'incontro fornirà l'opportunità per fare il punto sulla situazione storica e archeologica nel nostro territorio.

Interverranno: Saverio Di Giacomo (sindaco di Monteodorisio), Giovanni Di Stefano (sindaco di Fresagrandinaria), Carlo Moro (sindaco di Lentella e presidente della Fondazione per l’arte, l’archeologia e la cultura del Vastese), Davide Aquilano (archeologo), Marco Brandizzi (direttore dell'Accademia di Belle Arti dell'Aquila), Elisabetta Sonnino (Accademia di Belle Arti dell'Aquila), Stefano Landi (Accademia di Belle Arti dell'Aquila), Serena Pietrosante (allieva dell'Accademia di Belle Arti dell'Aquila), l’equipe del prof. Stefano Landi (Accademia delle Belle Arti dell’Aquila), Amalia Faustoferri (Archeologo Funzionario)

Saranno presenti al convegno gli studenti del Liceo scientifico di San Salvo e gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Monteodorisio.

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi