Messa in sicurezza delle scuole di San Salvo, il Pd: "Costi lievitati, la Travaglini chiarisca" - Si passa da 16mila a 38mila euro
 
San Salvo   Politica 23/10

Messa in sicurezza delle scuole di San Salvo, il Pd: "Costi lievitati, la Travaglini chiarisca"

Si passa da 16mila a 38mila euro

La scuola di via De Vito"Non più 16mila euro bensì 38mila. Una somma più che raddoppiata destinata a lavori definiti oggi urgenti come stabilito dalla determinazione n. 483/1628 del 9 ottobre 2018". Il capogruppo del Partito Democratico di San Salvo, Gennaro Luciano, chiede spiegazioni all'assessore ai Lavori pubblici, Maria Travaglini, sui lavori di messa in sicurezza degli edifici scolastici in seguito alle scosse del 16 agosto scorso.

"Non più 16mila euro bensì 38mila la somma destinata ai lavori di messa in sicurezza delle opere non strutturali degli edifici scolastici – scrive Luciano – a seguito di eventi sismici del 16 agosto e per i quali si è adottata la procedura di somma urgente nonostante l’assessore ai Lavori pubblici Maria Travaglini nel corso del consiglio comunale dello scorso 25 settembre aveva affermato che tali lavori non erano urgenti. 

Poca chiarezza dunque e a tal proposito vogliamo anche ravvisare il verbale di somma di urgenza redatto in data 4 settembre 2018 dal Responsabile Unico del Procedimento, antecedentemente l’interpellanza depositata dai consiglieri del Partito Democratico (datata 7 settembre 2018) e discussa nel consiglio comunale del 25 settembre 2018 nel corso del cui dibattimento l’assessore ai Lavori Pubblici Maria Travaglini nulla ha detto a riguardo nonostante il verbale già redatto. Ennesima poca chiarezza dunque da parte dall’amministrazione comunale e risposte come sempre non esaustive". 

Ieri, 22 ottobre, i consiglieri Gennaro Luciano, Antonio Marcello Boschetti e Gianni Mariotti hanno depositato un’interpellanza per sapere: 
- quali sono i lavori per i quali si è provveduto a tale affidamento, chiedendo l’elenco dettagliato delle lavorazioni e la loro “distribuzione” nelle varie strutture scolastiche, non essendo esso specificato nella determinazione precedentemente richiamata;
- in base a quale criterio si è ritenuto che nella nostra città non vi fosse alcuna altra impresa con i requisiti atti ad eseguire tali lavorazioni;
- se tali lavori non risultano urgenti come relazionato dall’assessore ai Lavori pubblici nello scorso consiglio comunale, per quale motivo si è adottata la procedura di somma urgenza?

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi