San Salvo, firmato il "patto locale per la lettura" - Progetto per la divulgazione dei libri
 
San Salvo   Cultura 19/10

San Salvo, firmato il "patto locale per la lettura"

Progetto per la divulgazione dei libri

Un patto locale  per promuovere la lettura è stato firmato questa mattina nell’aula consiliare del Comune di San Salvo dall’amministrazione comunale, le scuole pubbliche e private, le associazioni cittadine, il Centro culturale Aldo Moro e le cartolibrerie. Primo firmatario il sindaco Tiziana Magnacca che “ha evidenziato come la cultura favorisca la crescita di una comunità e del valore strategico della lettura per la quale vale la pena investire e spendersi in azioni divulgative. Deve essere, per questo, un obiettivo comune a tutta la città”. 

La città di San Salvo è stata inserita nel ristretto elenco di “Città che legge 2018-2019” e la nascita del Patto locale per la lettura si inserisce in un progetto più ampio che vede la lettura come strumento di inclusione sociale attraverso iniziative e interventi da realizzare in rete tra i soggetti sottoscrittori.

“L’intero progetto – come ha specificato l’assessore Maria Travaglini – è coordinato dall’assessorato alla Cultura in collaborazione con la Biblioteca comunale ed avrà valenza biennale con una serie di iniziative indirizzate in particolare al mondo della scuola e alle loro famiglie, ma più in generale a tutta la città per intercettare coloro che leggono poco”.

La lettura come strumento di inclusione sociale e come laboratorio cittadino per tutti quei soggetti e quelle istituzioni che amano i libri, la lettura e ne vogliono sostenere la diffusione in ogni ambito. 

È stato inoltre ricordato che le scuole cittadine parteciperanno all’iniziativa nazionale “#IOLEGGOPERCHE’”, organizzata dall’Associazione Italiana Editori e giunta alla quarta edizione. Nella settimana da sabato 20 a domenica 28 ottobre nelle cartolibrerie di San Salvo sarà possibile acquistare libri da donare alle biblioteche scolastiche: per ogni libro acquistato gli editori ne doneranno uno a loro volta alle scuole gemellate scelte dagli acquirenti per incrementare le biblioteche.

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi