Sicurezza e criminalità in città, per la Lega di San Salvo è responsabilità della Regione Abruzzo - Intervento di Vitale Torino dopo l’operazione "Happy Our" e gli spari nella notte
 
San Salvo   Politica 16/10

Sicurezza e criminalità in città, per la Lega di San Salvo è responsabilità della Regione Abruzzo

Intervento di Vitale Torino dopo l’operazione "Happy Our" e gli spari nella notte

I rilievi dei carabinieri in via Duca degli Abruzzi"Latitanza della Regione in materia di sicurezza". Vitale Torino, coordinatore della Lega San Salvo, annuncia un incontro pubblico sulla sicurezza per il mese prossimo e accusa il governo regionale di non avere "programmi per la sicurezza del territorio".

Il tema della sicurezza è tornato prepotentemente alla ribalta a San Salvo la settimana scorsa dopo l'operazione Happy Our che ha portato alla chiusura del Vanity Cafè [LEGGI] e i sette colpi sparati durante la notte in via Duca degli Abruzzi [LEGGI].

"Assenza, inadempienza, inattività – scrive Torino – Sono tutti sinonimi di latitanza. Latitanza dell’attuale governo abruzzese incapace di porre in essere programmi per la sicurezza del territorio. Dopo i gravi fatti di cronaca che continuano nel territorio di San Salvo ed in attesa dell’attuazione del decreto sicurezza attraverso il quale il governo attribuirà risorse finalizzate ad incrementare il personale, i mezzi e la dotazione alle nostre forze di polizia, il direttivo della Lega San Salvo organizzerà a novembre un incontro pubblico, che vedrà come tema centrale la sicurezza del territorio. La Lega di San Salvo coglie l’occasione per ringraziare pubblicamente le donne e gli uomini in divisa che ogni giorno, nonostante i tagli di personale e risorse inferte dai governi di centrosinistra degli ultimi dieci anni, in modo encomiabile e con spirito di sacrificio continuano a garantirci protezione e sicurezza".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi