Controlli sul trasporto di sostanze pericolose: trovati estintori scarichi e pneumatici lacerati - Giro di vite della polizia stradale
 
Vasto   Cronaca 12/10

Controlli sul trasporto di sostanze pericolose: trovati estintori scarichi e pneumatici lacerati

Giro di vite della polizia stradale

I controlli a Vasto MarinaGiro di vite della polizia stradale nei controlli sul trasporto dei mezzi pesanti, in particolar modo autocisterne di carburanti e sostanze chimiche pericolose con più di 15 pattuglie su strada (A14 e principali arterie statali). Durante la settimana, gli agenti del Comando polizia stradale di Chieti, coordinati dal commissario capo Fabio Polichetti e con l’ausilio dei Distaccamenti di Lanciano e Vasto, hanno controllato oltre 60 mezzi riscontrando più di 30 infrazioni (per violazione della specifica normativa in materia di merci pericolose) e seguente elevazione di verbali per 10 mila euro.

ESTINTORI SCARICHI E PNEUMATICI - "Nella giornata di ieri – recita una nota della polizia stradale – nei pressi del casello di Vastoè stato intimato l’alt ad un mezzo pesante, proveniente dalla provincia di Napoli e diretto ad una azienda locale, che trasportava gasolio, a seguito di un controllo approfondito  è emerso che tutti gli estintori, che il mezzo aveva a disposizione, erano in parte completamente scarichi e in parte non revisionati, quindi inutilizzabili in caso di eventuali incidenti. Severissime le sanzioni contestate, 406 euro, fermo del mezzo e sospensione della patente e della carta di circolazione da 2 a 6 mesi. Analoga sorte è toccato ad analogo mezzo, sempre trasportante carburante, proveniente dalla marche e diretto sempre ad una azienda locale, fermato all’altezza del casello di Chieti Dragonara, che oltre ad avere gli estintori non revisionati guidava con pneumatici fortemente usurati e lesionati".

TEMPI DI GUIDA - "Oltre 30 inoltre le sanzioni contestate, ai conducenti di mezzi che trasportano merci pericolose, per non aver rispettato i tempi di guida e di riposo previsti dalla normativa europea, quindi per aver guidato per troppe ore (più di 9-10 ore al giorno) o non aver adeguatamente riposato mettendo in serio pericolo, anche per l’entità del carico, l’incolumità propria e degli altri utenti della strada.
Questi dati, alquanto preoccupanti, dimostrano come i controlli devono essere ancora più intensi, per questo verranno intensificati ulteriormente, attraverso l’impiego di specifiche pattuglie della polizia stradale particolarmente addestrate e preparate su questo specifico settore delle merci pericolose".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi