Asilo nido di via Verdi, "Taglio di nastro senza i rappresentanti dell’ente finanziatore" - La nota del Pd di San Salvo
 
San Salvo   Politica 04/09

Asilo nido di via Verdi, "Taglio di nastro senza i rappresentanti dell’ente finanziatore"

La nota del Pd di San Salvo

Un taglio di nastro senza aver invitato i rappresentanti dell'ente che ha finanziato l'opera e costi lievitati a causa dei ritardi nella riconsegna dei lavori. È in sostanza quanto il Partito Democratico di San Salvo rimprovera all'amministrazione comunale per la riapertura dell'asilo nido di via Verdi seguita ai lavori di adeguamento sismico [LEGGI].

"Lavori di adeguamento sismico, efficientamento energetico, impiantistica e messa in sicurezza dell’asilo nido di via Verdi che mostrava i limiti del tempo e che sono stati effettuati solo grazie ai finanziamenti concessi dalla Regione Abruzzo a guida Pd – scrive il partito in una nota – Queste le verità che puntualmente vengono tenute nascoste dall’amministrazione comunale di centrodestra a San Salvo che si ostina a tagliare nastri prendendosi meriti senza avere la benché minima accortezza di invitare i rappresentanti della Regione Abruzzo (i soli meritevoli di aver dato alla città una scuola sicura) e né  tantomeno di ringraziarli informando genitori e cittadini che senza i suddetti finanziamenti regionali i segni del tempo che passa della struttura sarebbero ancora evidenti e lo sarebbero stati per molto tempo ancora. Segni del tempo che passa che sarebbero stati ancora evidenti anche nelle altre strutture pubbliche messe in sicurezza solo grazie alla Regione Abruzzo. 

Il gruppo consiliare del PdQuesta è un’opera che resta alla città. Si, ma grazie al buon governo del centrosinistra. Questo però la sindaca Magnacca non lo dice. Come non dice che, ancora una volta, ci sono stati dei ritardi di riconsegna dei lavori che hanno comportato un aumento di spesa rispetto a quanto preventivato. 

Questa la differenza tra il Pd e il centrodestra: il Pd fa i fatti, in silenzio e senza manifesti, slogan, annunci e tagli dei nastri. Il centrodestra dei fatti, delle idee e dei progetti, neanche l’ombra, ma taglia nastri, fa proclami, e se ne prende i meriti. Che vergogna. Una tale bassezza non si toccava da tempo.

È bene che si sappia che la tutela della sicurezza dei bambini è da sempre priorità del governo regionale e nazionale a guida centrosinistra. Non risulta a nessuno che ai tempi del centrodestra questa priorità esisteva. Lo dicono i fatti, non lo dice il Pd. Se oggi a San Salvo, e non solo, si hanno scuole sicure è solo al buon governo e al buon operato del centrosinistra e del Pd. A molti sarà anche difficile da accettare, ma è così e va detto. Perché la verità va sempre detta. Quella verità che al centrodestra scotta tanto e che risulta difficile ammettere.

Abbiamo fatto il nostro dovere perché abbiamo pensato ai nostri figli, il futuro della nostra città. Le parole del sindaco Magnacca pronunciate ieri mattina durante il taglio del nastro hanno dell’assurdo e sono contornate dalla solita piena ed ampia slealtà che contraddistingue da sette anni il suo amministrare e quello della sua maggioranza. 
Basta gettare fumo negli occhi dei cittadini. Dite le cose per come sono e non nominate il Pd solo quando vi conviene e solo per denigrarlo. Occorre ristabilire le giuste verità e i giusti meriti! Siate onesti con i cittadini".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi