Il Pd bacchetta Smargiassi: "Sono finiti i teatrini e le passeggiate elettorali" - La replica del Partito Democratico sull’ospedale di Vasto
CHIUDI [X]
 
Vasto   Politica 01/09

Il Pd bacchetta Smargiassi: "Sono finiti i teatrini e le passeggiate elettorali"

La replica del Partito Democratico sull’ospedale di Vasto

"Pietro Smargiassi, consigliere del M5S, partito noto per le sole chiacchiere e per i zero fatti concreti, continua a perdere il suo tempo. E questa volta lo fa facendo visite pre-elettorali all’Ospedale San Pio di Vasto. E dopo 5 anni in Regione scopre qualcosa a dir poco stupefacente: la struttura sanitaria esiste e funziona anche! Che bella scoperta!"

Inizia così la replica della segreteria provinciale del Partito Democratico alla nota del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Pietro Smargiassi, che nei giorni scorsi ha visitato l'ospedale di Vasto [LEGGI].

"Il consigliere Pietro Smargiassi – continua il Pd – al suo quinto anno di legislatura, dovrebbe sapere che fare le passeggiate tra i pazienti è una vecchia pratica elettorale da prima Repubblica e che non è di certo utile ai cittadini e all’Abruzzo.

Il consigliere Pietro Smargiassi dovrebbe sapere che il tempo della propaganda elettorale è terminato. Gli diamo pertanto un consiglio spassionato e serio: invece di stringere le mani ai malati e farsi foto per la stampa, farebbe bene a recarsi al ministero della Salute, cosa che dovrebbe tra l’altro risultargli più agevole e facile considerato che il ruolo di suddetto ministero è stato affidato ad una esponente del suo stesso Movimento, e farsi portavoce di quell’accelerazione necessaria riguardante la pratica di erogazione dei finanziamenti per far partire nel più breve tempo possibile la gara del nuovo ospedale che dovrà sorgere in contrada Pozzitelli. E qualora da solo non fosse capace di arrivare a Roma potrebbe farsi accompagnare dai due esponenti locali nel M5S l’On. Carmela Grippa e il Sen. Gianluca Castaldi.

Purtroppo Smargiassi non sa che il Pd è pienamente consapevoli del fatto che l’Ospedale di Vasto (chiuso dal centrodestra nel 2011 e salvato e ammodernato durante il quinquennio del centrosinistra) necessita di una nuova struttura. Tocca a loro però adesso far sì che si possa realizzare. Se solo governassero invece di fare proclami, forse il processo avviato dal Pd per la costruzione del nuovo ospedale, potrebbe iniziare. Perché forse il consigliere pentastellato non sa che la procedura per la costruzione del nuovo ospedale è ferma a Roma perché i suoi colleghi del Movimento e gli alleati leghisti (quelli che hanno chiuso l’ospedale di Vasto nel 2011) non hanno ancora nominato i membri della commissione di valutazione scaduta a maggio 2018 e non rinominata per sola e semplice sciatteria della maggioranza giallo-verde.

Sono passati quasi 100 giorni dalla formazione del nuovo Governo ed è bene ricordare che a Vasto i 5 Stelle hanno sempre un deputato e un senatore (peraltro segretario del Senato), un eurodeputato e un consigliere regionale. Quattro autorevolissimi rappresentanti. Una situazione unica nella storia, da anni, ma che a ben vedere per Vasto, per il comprensorio e per l’Abruzzo, nulla hanno fatto e nulla stanno facendo se non proclami su proclami e zero fatti.

È bene dunque che il consigliere regionale Smargiassi oltre alle denunce, alle invettive, agli slogan, ai video su Facebook cominciasse a fare qualche fatto e qualche azione utile. Sappiamo bene che fare propaganda è più semplice che governare. Ma insieme ai suoi colleghi ed alleati, che ci provasse almeno a farlo! Sarebbe più utile avviare processi, avviare progetti!

Le passeggiate e i teatrini elettorali non costruiscono nulla. Il Pd, per quanto possa non accettarlo ed ammetterlo, i fatti li ha fatti e li sta continuando a fare. Il M5S continua invece la sua propaganda elettorale. Non sa neanche che la Regione ha finanziato la Tac ed ora è in procedura alla Asl! Figuriamoci come siamo messi!
Al Movimento 5 Stelle diciamo: 'Il tempo delle elezioni è terminato. E’ ora di governare!'."

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi