"Cinghiali, autorizzata la cattura nella Riserva, ma gabbie costose e di limitata efficacia" - L’emergenza. Il Comitato Terre di Punta Aderci dopo l’incontro in municipio
 
Vasto   Ambiente 30/08

"Cinghiali, autorizzata la cattura nella Riserva, ma gabbie costose e di limitata efficacia"

L’emergenza. Il Comitato Terre di Punta Aderci dopo l’incontro in municipio

Vasto: contrada Torre Sinello, una delle zone più volte devastate dai cinghialiDi cosa parliamo - Ormai da anni il proliferare dei cinghiali causa danni ingenti all'agricoltura e numerosi incidenti stradali. A Vasto il Comitato Terre di Punta Aderci ha avviato una raccolta di firme tra residenti e proprietari di terreni della parte Nord del territorio comunale per chiedere l'attuazione al più presto di contromisure dopo l'ennesima devastazione di campi coltivati. 

VASTO - E' consentito catturare cinghiali nella Riserva naturale di Punta Aderci. Gli animali catturati, però, non possono essere uccisi. E' scritto in un documento dell'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) emerso nell'incontro di venerdì scorso, convocato in municipio dall'amministrazione comunale di Vasto.

I proprietari dei terreni, pur acogliendo la novità come un passo avanti, pongono due problemi: il costo delle gabbie - "circa 7mila euro l'una", secondo Michele Bosco, presidente del Comitato - e la loro limitata efficacia. Tornano a chiedere il selecontrollo: l'abbattimento controllato dei capi che danneggiano le coltivazioni e mettono in pericolo l'incolumità degli automobilisti in transito sulla statale 16 e sulle strade comunali e dei residenti delle zone rurali. 

Guarda il video

Commenti


Video - "Cinghiali, autorizzata cattura nella Riserva"

Intervista di Michele D'Annunzio - Riprese e montaggio di Nicola Cinquina



 

 

Chiudi
Chiudi