M5S: "Stoccaggio rifiuti solidi a Punta Penna, il Comune dia parere negativo" - L’appello di Parlamentari e consiglieri regionali e comunali
CHIUDI [X]
 
Vasto   Ambiente 28/08

M5S: "Stoccaggio rifiuti solidi a Punta Penna, il Comune dia parere negativo"

L’appello di Parlamentari e consiglieri regionali e comunali

Vasto: zona industriale e Riserva naturale di Punta Aderci"L'amministrazione comunale esprima parere negativo allo stoccaggio su Punta Penna". Lo chiede il Movimento 5 Stelle di Vasto, che si oppone al progetto presentato da una società di Brescia.

"Sono scaduti oggi - si legge in un comunicato stampa dei pentastellati - i termini per la presentazione delle osservazioni alla procedura di valutazione di Incidenza Ambientale sulla richiesta di autorizzazione da parte di Ecoexport S.r.l di un impianto di stoccaggio rifiuti solidi nell'area di Punta Penna a Vasto.
A protocollare le osservazioni prodotte, presso gli uffici competenti del Comune di Vasto, stamattina la deputata abruzzese del M5S Daniela Torto e i consiglieri comunali Marco Gallo e Dina Carinci".

“La documentazione del progetto della Ecoexport a mio avviso risulta carente e non condivisibile in diversi suoi punti. Vi è una chiara sottovalutazione delle problematiche legate all'impatto ambientale potenziale: dai fenomeni erosivi e di dissesto, alle criticità di gestione in caso di precipitazioni meteoriche copiose, senza trascurare la rumorosità e le emissioni in aria che porterebbero a condizioni ambientali peggiorative rispetto all'attualità” sottolinea la deputata Torto “ci si augura che l’amministrazione del comune di Vasto tenga conto delle osservazioni prodotte. La tutela di un territorio come quello della riserva naturale di Punta Penna è tra i massimi obiettivi del governo del cambiamento e del nostro Ministro Sergio Costa”.

"Contemporaneamente - annuncia il M5S - anche il consigliere regionale Pietro Smargiassi annuncia che presenterà una interrogazione agli uffici competenti di attività produttive della Regione per conoscere a che punto si trova l’iter burocratico del progetto".

Secondo i consiglieri comunali pentastellati, “in qualità di portavoce, abbiamo il dovere di difendere il nostro patrimonio naturale. È innegabile che l’insediamento di nuove attività produttive a ridosso di Punta Aderci – Punta Penna non valorizza la vocazione di quell'area protetta e chiediamo, pertanto, che le nostre osservazioni trovino puntuale e soddisfacente risposta nei prossimi giorni. Riteniamo, inoltre, che ci siano alcuni punti da chiarire anche nella procedura di autorizzazione in quanto sembrerebbe carente anche a livello procedurale. Basti pensare che gli allegati alla documentazione del progetto della Ecoexport sono stati pubblicati sul portale istituzionale del comune solo dopo nostra sollecitazione ed a procedura quasi conclusa, tant'è che è stata posticipata la data di scadenza della presentazione delle osservazioni". 

Le deputate Daniela Torto e  Carmela Grippa, il senatore Gianluca Castaldi, i consiglieri comunali Marco Gallo e Dina Carinci rivolgono un appello all'amministrazione comunale di Vasto: “Attendiamo di essere convocati, assieme alle associazioni che hanno chiesto la sospensione della procedura, al tavolo sull'ambiente annunciato dall'assessore alle politiche ambientali Paola Cianci per discutere assieme ai tecnici della procedura in itinere”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi