I nasi rossi in Molise donano un sorriso ai bambini sfollati dopo il terremoto - "Ricoclaun" e "Sorridere Sempre" a Montecilfone, epicentro del sisma
 
Vasto   Attualità 26/08

I nasi rossi in Molise donano un sorriso ai bambini sfollati dopo il terremoto

"Ricoclaun" e "Sorridere Sempre" a Montecilfone, epicentro del sisma

I volontari di Ricoclaun Vasto Onlus e Sorridere Sempre col sindaco di Montecilfone, Franco PallottaLa Ricoclaun e Sorridere Sempre donano un pomeriggio di divertimento ai bambini. Dopo lescosse di terremoto nel Molise, la grande paura delle popolazioni, le case lesionate, le tendopoli, non si poteva più rimanere con le mani in mano. E’questo pensiero che hanno avuto due associazioni di volontariato che sioccupano di clownterapia nel territorio: la Ricoclaun di Vasto e Sorridere Sempre di Termoli.

Dopo il progetto di clownterapia che hanno realizzato, anche insieme ad altreassociazioni del Centro Sud, a San Benedetto Del Tronto nel 2016, quandotantissime persone erano state spostate nei grandi alberghi dopo il grandeterremoto delle Marche, la Ricoclaun e Sorridere Sempre si sono subito messe incontatto, per capire cosa si poteva fare per il vicino Molise. L’associazione Sorridere Sempre, più vicina alle zone colpite dal sisma, ha contattato la Protezione Civile e il sindaco di Montecilfone, epicentro del recenteterremoto, e subito c’è stata la massima disponibilità a creare un momento di “puro divertimento” per tutti i bambini del paese.

Il sindaco, Franco Pallotta, ha accolto con gioiail grande gruppo di clown arrivato sabato 25 agosto 2018, raccontando le tante difficoltà che sta vivendo il paese. Molte sono le case lesionate, soprattutto nel centro storico, si sta aspettando la demolizione del serbatoio d’acqua perché è pericolante, le case attorno alla struttura costruita nel cuore del paese sono già state evacuate e sono circa 80 le persone che sono costrette a vivere fuori casa, o da amici e parenti, o nelle tende messe a disposizione dalla Protezione Civile.

Il presidente della Regione, Donato Toma, sta preparando la richiesta per lo stato di emergenza,e il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, si è impegnato a portarla nei prossimi giorni al presidente del Consiglio dei Ministri per l’approvazione.

Anche la responsabile della Protezione Civile di Montecilfone, Milly de’ Angelis, ha accolto con gioia l’incontro dei simpatici clown con i bambini, comprendendo come la clownterapia acquisisce una grande importanza in situazioni di forte disagio, stress e traumi profondi come può essere il contesto dell'accadimento di un terremoto, che stravolge la vita delle popolazioni. I tanti bambini che hanno partecipato all’evento di clownterapia, sono stati veramente felici, nel vedere così tanti clown tutti insieme, nel partecipare alle varie attività di tatuaggi, sculture di palloncini, balletti divertenti e bolle disapone, nel divertirsi insieme in modo insolito e creativo. I clown della Ricoclaun e di Sorridere Sempre hanno vissuto con gioia questo momento, colpiti dalla gentilezza e dal grande affetto dei bambini, consapevoli che creando emozioni positive, di cui il ridere è una delle più potenti, si riescono ad attivare dei processi di riabilitazione per migliorare la qualitàdella vita delle persone e della comunità che hanno vissuto il trauma delterremoto. La frase che hanno nel cuore è quella del piccolo Carmine che nell’abbracciarli calorosamente ha detto ”ma quando tornate?”.

Rosaria Spagnuolo, presidente Ricoclaun 

Guarda le foto

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi