Un’altra violenta scossa. Stop ai treni. A Vasto chiuso il viadotto Histonium - La terra torna a tremare in Molise. Paura e gente in strada anche in Abruzzo
 
Campobasso   Cronaca 16/08

Un’altra violenta scossa. Stop ai treni. A Vasto chiuso il viadotto Histonium

La terra torna a tremare in Molise. Paura e gente in strada anche in Abruzzo

Un appartamento in via Grasceta a San Salvo

22.45 - Chiuso precauzionalmente al traffico il viadotto Histonium a Vasto. Lo annuncia il vicesindaco, Giuseppe Forte, al termine della riunione del Centro operativo comunale: "Immediatamente - dichiara - ho convocato in Comune gli assessori competenti, Barisano e Marcello, con i quali ho incontrato i tecnici comunali e i rappresentanti del gruppo comunale di protezione civile per organizzare immediati sopralluoghi nei punti sensibili della città. I risultati finora sono tutti positivi. Precauzionalmente abbiamo disposto la chiusura temporanea del viadotto Histonium. Il contatto con le forze dell'ordine è costante e i sopralluighi proseguiranno, presso tutte le strutture pubbliche, nei prossimi giorni". 

22.22 - Un'altra scossa violenta alle 22,22: 4.5 la magnitudo stimata. Epicentro a Guglionesi.

22.15 - Stop ai treni da Ortona a Foggia sulla dorsale adriatica. "A seguito di scosse telluriche avvertite in Molise, dalle 20.40 la circolazione ferroviaria è sospesa sulle seguenti linee per verifiche all’infrastruttura da parte dei tecnici di RFI: Ortona – Foggia e Vairano – Campobasso – Termoli. Richiesti da Trenitalia servizi sostitutivi con autobus.

21.53 - Segnalata caduta di calcinacci a San Giovanni Lipioni.

21.50 - Una serie di interventi di apertura porte vengono eseguiti dai vigili del fuoco: molte persone, nel fuggire in strada, hanno dimenticato di prendere le chiavi di casa.

21.35 - Le repliche alla prima scossa salgono a 11. Ad Acquavica Collecroce (Campobasso) il Comune ha messo a disposizione il campo sportivo per consentire alla popolazione di non dormire nelle case.

21.25 - A Vasto sta iniziando il vertice in municipio. Lo presiede il vicesindaco, Giuseppe Forte. Partecipano gli assessori alla Protezione civile, Gabriele Barisano, e alla Polizia municipale, Luigi Marcello, e i rappresentanti di vigili del fuoco, polizia locale e protezione civile. Quest'ultima ha il compito di controllare il viadotto Histonium e gli altri ponti.

Verifiche della protezione civile anche a Fresagrandinaria e in altri comuni del Vastese. I sindaci dell'entroterra parlano di tanta paura, gente per strada ma, fino ad ora, nessun danno riscontrato. 

21.22 - "Al momento non sono pervenute richieste di soccorso, ne segnalazioni di crolli alle sale operative dei Vigili del Fuoco. Le squadre uscite in ricognizione hanno riscontrato per ora solo la caduta di alcuni cornicioni". È il post dell'account ufficiale di Twitter dei Vigili del Fuoco.

21.20 - Quadri, suppellettili e in alcuni anche alcune porte caduti nei piani più alti dei condomini del Vastese (nelle foto un appartamento in via Grasceta a San Salvo).

Controlli al viadotto Histonium21.11 - Altre sei scosse in Molise tra le 20,30 e le 21,10: 2.8, 3.0, 2.5, 3.0,  2.1 e 2.5 la magnitudo stimata. Gli epicentri sono localizzati nelle zone di Montecilfone (3 scosse), Guglionesi (due scosse) e San Giacomo degli Schiavoni. Il profilo Twitter dei vigili del fuoco segnala cornicioni caduti in Molise da alcuni edifici a Palata e Acquaviva Collecroce. A Campomarino la popolazione, su esortazione della protezione civile, si è radunata in piazza.

Ore 20.44 - Il sindaco di Vasto, Francesco Menna, ha convocato in municipio un vertice urgente con le forze dell'ordine per coordinare sopralluoghi e verifiche.

La prima notizia - Nuova, violenta scossa di terremoto in Molise: in base a una prima stima dell'Ingv, la magnitudo stimata è del 5.2, più elevata dei due precedenti movimenti tellurici della notte del 14 agosto.

L'epicentro sarebbe localizzato nel Basso Molise, ancora nella zona di Montecilfone, a circa 10 chilometri di profondità.
La scossa è stata avvertita chiaramente dalla popolazione anche in Abruzzo, Puglia, Campania e Basilicata.

Vasto, San Salvo e nei paesi del Vastese interno centinaia di persone sono fuggite dalle loro abitazioni, uscendo per strada.

Anche negli hotel di Vasto Marina centinaia di turisti, che stavano cenando al momento della scossa, sono usciti. Alcuni di loro hanno detto di voler dormire all'esterno.

Terremoto: gente per strada a San SalvoA San Salvo segnalati oggetti che cadevano dagli scaffali delle abitazioni. La scossa è stata avvertita chiaramente.

Una seconda scossa è stata registrata nella zona di Guglionesi dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 20.26. Minore l'intensità: 3.0, in base a una prima stima. 

 
 
 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi