Conad, confermati 66 esuberi a Vasto e Lanciano. Sindacati convocano assemblee dei lavoratori - A rischio 45 posti a Vasto e 21 a Lanciano
 
Vasto   Attualità 23/07

Conad, confermati 66 esuberi a Vasto e Lanciano. Sindacati convocano assemblee dei lavoratori

A rischio 45 posti a Vasto e 21 a Lanciano

Confermato il rischio licenziamento per 66 dipendenti di due ipermercati Conad di Vasto e Lanciano. Lo hanno confermato le società concessionarie nell'incontro con sindacati e rappresentanti del gruppo Conad. Le organizzazioni sindacali contestano gli esuberi dichiarati dalle aziende e convocano le assemblee dei lavoratori.

"Giovedì 19 e venerdì 20 luglio - si legge in una nota dell'Ugl Terziario - si sono tenuti gli incontri di consultazione sindacale a seguito dell'avvio della procedura di licenziamento collettivo avviata il 5 luglio da Pianeta srl di Vasto e Adriatica srl di Lanciano, entrambe concessionarie di Conad Adriatico. 

Durante le riunioni, le aziende hanno confermato l'esubero di 45 persone a Vasto e 21 a Lanciano, rimasto inalterato, a loro dire, nonostante le dimissioni volontarie, nel tempo, di alcuni lavoratori. 

La Ugl Terziario ha chiesto "l'azzeramento degli esuberi in entrambi i punti vendita", chiedendo "a Conad, presente in entrambi i tavoli, che è fortemente in crescita, oltre che leader in Abruzzo per posizionamento di quote di mercato, di subentrare nella gestione di questa crisi perché è anche grazie al sacrificio di questi lavoratori se Conad Adriatico può vantare ottimi risultati.

Nel consultare i dati forniti dalla società, la responsabile provinciale dell'organizzazione sindacale, Maria Luisa Di Guilmi, ha manifestato delle perplessità e rilevato delle incongruenze nell'esubero dichiarato rispetto alla solidarietà applicata, pertanto sono stati richiesti ulteriori dati.

Conad Adriatico, ad ogni modo, non ritiene di farsi carico della situazione, se non per ince ntivare l'esodo con somme comunque esigue, poiché sostiene che la responsabilità dei due punti vendita è solo in capo ai rispettivi soci di Pianeta srl e Adriatica srl. 

In entrambi i tavoli sono state dunque avanzate dalle rispettive società, al fine di diminuire il numero degli esuberi, alcune proposte discutibili volte a chiedere ulteriori pesanti sacrifici ai lavoratori e che saranno argomento di confronto con i dipendenti nelle varie assemblee in programma". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi