"Sfiduciati e disorientati", a San Salvo la sinistra riparte dagli autoconvocati del vecchio Casale - L’ex sindaco Gabriele Marchese: "Vogliamo reagire dal basso"
 
San Salvo   Politica 12/07

"Sfiduciati e disorientati", a San Salvo la sinistra riparte dagli autoconvocati del vecchio Casale

L’ex sindaco Gabriele Marchese: "Vogliamo reagire dal basso"

Gabriele MarcheseSi definiscono "sfiduciati e disorientati" e per questo si sono autoconvocati al ristorante "il Vecchio Casale" per decidere che fare. L'appuntamento politico è stato annunciato dall'ex sindaco Gabriele Marchese che così lo motiva:

"Ci siamo dati appuntamento al Vecchio Casale (noto ristorante su suolo di Cupello, ma nell' agro di San Salvo, da cui si ammira la parte iniziale, o finale, della Vallata del Trigno). Ci siamo autodefiniti sfiduciati e disorientati, noi che, come tanta gente in Italia, ci richiamiamo ai valori della sinistra e dei cattolici democratici e che siamo progressisti da sempre. E proprio non ce la facciamo a restare a guardare la scomparsa della sinistra in Italia, un'Ideale secolare che ha generato sogni e lotte, certezze e diritti, protezione sociale ed elevazione scolastico- culturale, organizzazioni di massa e rappresentanza politica alla classe lavoratrice. Per questo, abbiamo deciso di reagire, si di reagire, dal basso, autoconvocandoci venerdì 13 luglio alle ore 19 al suddetto Vecchio Casale.

Mangeremo una pizza e berremo un bicchiere di birra, ma soprattutto vedremo "Che fare". Parleremo e faremo parlare tutti: chi non ha mai avuto incarichi politici o di governo e chi ne ha avuti tanti. Non ci interessa cosa si è fatto nel passato o come si è votato. Né ci interessano per il futuro le candidature e i posti negli enti. Vogliamo solo impegnarci per continuare una storia, la Nostra Storia, che parta dal basso, anzi riparta dal basso, ridiventando Speranza per il Paese. Nella consapevolezza che la nostra Storia, la gloriosa Storia della Sinistra italiana, è a rischio, proprio perché è andata in alto, troppo in alto, nei Palazzi del potere politico ed economico, perdendo il legame vero, autentico e popolare col basso, cioè con la propria base".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi