Tre giorni di musica sul tetto dell’Alto Vastese con "Schiavi della Musica" - Dal 29 giugno al primo luglio
 

Tre giorni di musica sul tetto dell’Alto Vastese con "Schiavi della Musica"

Dal 29 giugno al primo luglio

Torna la rassegna musicale-culturale Schiavi della Musica (a cura dell’omonima associazione), ormai divenuta punto di riferimento della musica indipendente che si prefigge di valorizzare l’attività musicale come mezzo fondamentale di espressione artistica e di promozione civile e culturale. Tre giornate interamente dedicate alla musica, che vedranno alternarsi diverse realtà della scena indipendente italiana.

Il piccolo comune dell’Alto Vastese, a 1168 metri sul livello del mare, nei giorni 29-30 giugno e 1° luglio si animerà per questa imperdibile iniziativa che coinvolgerà non solo la comunità locale ma, come ormai da tradizione, molti appassionati provenienti da tutta Italia. 

Si inizia venerdì 29 giugno, a partire dalle ore 22 sul palco allestito nel cuore del centro storico in piazza Vittorio Emanuele, si alterneranno Suvari, il progetto solista di Luca De Santis, ex cantante dei Lags e può essere considerato come l’evoluzione di una precedente one-man-band di Luca, Tv Glue, con la quale ha dato alla luce un demo casalingo 2013. A seguire Paletti, al secolo Pietro Paletti, nasce professionalmente nel 2000 a Zound, una Post Production house a Soho, nel cuore pulsante di Londra dove ha la possibilità di collaborare con registi, attori e compositori di fama internazionale come Riddley Scott, Paolo Sorrentino, Gary Oldman, Goran Bregovich, Iggy Pop, Groove Armada e davvero molti altri. 

Sabato 30 giugno Lucio Leoni con il suo nuovo disco Il lupo cattivo. Si tratta del terzo album per uno dei pochi artisti, in Italia, capaci portare in canzone i monologhi viscerali tipici del teatro interiore, strutture rap e impeti punk, pur mantenendo un forte legame con la tradizione cantautorale italiana. A seguire si esibirà, Giancane componente del celebre gruppo romano “Il Muro del Canto”. “Ansia e Disagio” è il titolo del nuovo disco di inediti di Giancane. L’album, composto da undici canzoni, racchiude osservazioni pungenti, ironia e una profonda curiosità nei confronti degli stati ansiosi, propri o altrui. Senza dismettere la vocazione folk’n’roll e country-neomelodica che l’hanno reso celebre, Giancane inaugura una nuova stagione compositiva, inventando una nuova grammatica cantautorale di chiara provocazione e vocazione popolare, adatta a qualsiasi età. Come rivela la copertina, il booklet del disco contiene 11 giochi, uno per ciascun brano del disco, ispirati alla Settimana Enigmistica e dedicati all’ansia e al disagio: cruciverba, rebus, enigmi e passatempi.

Concluderà la manifestazione, domenica 1 luglio, Malamor (Mannarino, Bandabardò tribute band).  

Le varie esibizioni delle band unite alla bellezza naturale del posto, al paesaggio infinito, all’ospitalità e alla simpatia degli abitanti saranno gli ingredienti di un festival che darà voce alle realtà della nuova musica italiana.
Non mancate quindi all’appuntamento dell’edizione 2018 di “Schiavi della Musica”, tre giorni per bere, mangiare, ballare, cantare, divertirsi ed essere ‘schiavi in libertà’.
“Noi siamo Schiavi della Musica e chi non è schiavo della musica è schiavo di qualcosa di peggio! Schiavi di Abruzzo vi aspetta".

PER INFO E CONTATTI
schiavidellamusica@gmail.com
Direzione Organizzativa 347.6583635

Sul web
www.facebook.com/schiavidellamusica

Schiavi di Abruzzo
Piazza Vittorio Emanuele 29-30 giugno e 1 luglio
Apertura stand ore 19:00 - Inizio concerti ore 22:00

Commenti




 

 
 
 

Annunci di Lavoro

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi