Nella riserva Marina di Vasto spunta il canale di scolo delle acque bianche. Residenti protestano - Comune ha fatto la Valutazione d’incidenza ambientale, ma i lavori fanno discutere
 

Nella riserva Marina di Vasto spunta il canale di scolo delle acque bianche. Residenti protestano

Comune ha fatto la Valutazione d’incidenza ambientale, ma i lavori fanno discutere

Vasto Marina: il canale di scolo delle acque biancheIl Comune scava un canale di deflusso delle acque piovane all'interno della riserva naturale Marina di Vasto e i lavori suscitano le proteste dei residenti della zona.

La questione è annosa. Da tempo, l'accesso al mare numero 21 è ridotto a un acquitrino. Gli abitanti del condominio Gabbiano bianco, che si trova tra via Ponente e via Grecale (due traverse della statale 16 che conducono alla pista ciclabile e alla spiaggia), hanno chiesto interventi risolutivi numerose volte.

Negli ultimi due anni, si è fatta sempre più copiosa la perdita d'acqua nel sentiero che attraversa l'area dunale e porta all'arenile, tant'è che, di recente, circa 50 residenti hanno presentato un esposto alla Procura di Vasto.

Intanto, il Comune, trattandosi di una zona Sic, sito d'interesse comunitario sottoposto alla tutela ambientale dell'Unione europea, ha compiuto la necessaria procedura Vinca, la valutazione d'incidenza ambientale, un procedimento preventivo cui vanno sottoposti i progetti che possono avere un impatto sulle aree protette di valenza europea, come le dune di Vasto Marina. 

E' un intervento di "posa in opera di tratto di tubazione da alloggiare al di sotto dell'accesso al mare esistente, al fine di agevolare il deflusso dell'eccesso di acqua piovana retrodunale verso l'esistente canale di scolo di via Ponente", si legge nella Valutazione d'incidenza ambientale - pubblicata dal settore Urbanistica e Servizi del municipio-Sportello unico per l'edilizia il 13 giugno 2018 - avente ad oggetto: "Ripristino e realizzazione canali di scolo sulla spiaggia di Vasto Marina".

Ma l'esito dei lavori non piace affatto ai residenti, che non accettano lo scolo a cielo aperto e la prospettiva della successiva eliminazione dell'accesso al mare.

Zonalocale ha contattato gli assessori ai Servizi e all'Ambiente del Comune di Vasto, Gabriele Barisano e Paola Cianci. Barisano ha risposto affermando che "si tratta di uno scolo delle acque bianche. I lavori sono stati eseguiti ieri e sono stati concordati con le associazioni ambientaliste che gestiscono il Sic". Cianci ha annunciato un comunicato stampa in cui spiegherà gli interventi eseguiti.

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi