Dogliola, spunta una pala eolica: finanzierà il rifacimento di piazza San Rocco - Alta oltre 70 metri, convenzione con la Energy System Service
 
Dogliola   Ambiente 19/06

Dogliola, spunta una pala eolica: finanzierà il rifacimento di piazza San Rocco

Alta oltre 70 metri, convenzione con la Energy System Service

La pala eolica in costruzione (sulla sinistra Fresagrandinaria)Una pala per una piazza. È questo l'accordo raggiunto dal Comune di Dogliola e la Energy System Service srl di Castelluccio dei Sauri (Foggia). 

In località Macchia della Valle è in corso la costruzione di una pala eolica da 750 kw. L'impianto è ciò che è rimasto di un progetto presentato nel 2012 che prevedeva due aerogeneratori da 1,5 Mw di cui non si fece nulla.

L'attuale potenza nominale al di sotto di 1 Mw ha permesso alla società di passare per la sola procedura abilitativa semplificata. Le entrate per le casse comunali previste ammontavano a 15mila euro l'anno (per 20 anni), ma con la possibilità di arrivare a un accordo una tantum. E così è stato.

I lavori in piazza S. RoccoNel marzo scorso il consiglio comunale ha approvato la convenzione tra l'ente e la società: 300mila euro subito per finanziare la riqualificazione di piazza San Rocco. Il documento approvato con 7 voti a favore e un astenuto (Del Nero, opposizione) ha come condizione necessaria l'inizio e il proseguimento in parallelo dei lavori in piazza con quelli per la costruzione della pala eolica.
"Entro fine mese – dice il sindaco Rocco D'Adamio a zonalocale.it – dovrebbero terminare entrambi gli interventi. Il terreno sul quale è stata eretta la pala è di proprietà di un privato. Abbiamo optato pre l'importo una tantum, dello stesso valore, perché la piazza è una necessità".

La pala eolica, alta oltre 70 metri, ha così fatto capolino nel panorama del Medio Vastese ed è ben visibile dai vari comuni limitrofi anche perché spicca tra i boschi della zona. 

Per i piccoli comuni, sempre alla ricerca di nuove fonti di finanziamento per le opere pubbliche, quella degli accordi con le società produttrici di impianti eolici resta una delle soluzioni preferite anche se questo vuol dire modificare per 20 anni la vista finora rimasta libera da installazioni simili (almeno in questa porzione di territorio).

Guarda le foto

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Annunci di Lavoro

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi