Gabriele Marchese: "Il Comune preleva dalla collettività per dare a pochi privilegiati" - L’attacco dell’ex sindaco
 
San Salvo   Politica 06/06

Gabriele Marchese: "Il Comune preleva dalla collettività per dare a pochi privilegiati"

L’attacco dell’ex sindaco

Gabriele MarcheseL'ex sindaco di San Salvo, Gabriele Marchese, interviene sul consiglio in programma domani durante il quale si discuterà dell'annoso contenzioso Icea e non solo [LEGGI]

"Domani si riunirà il Consiglio Comunale di San Salvo – scrive – con all'ordine del giorno due punti importanti, dalle proposte formulate si dimostra con chiara evidenza che l'attuale amministrazione comunale preleva dall'intera collettività per dare a pochi privilegiati. Mi riferisco in particolare a due vicende: 1) Il contenzioso con l'Icea, dove si porta a ratifica un accordo che prevede che il Comune paghi ad un gruppo di imprese 430.000,00 euro. 2) La ristrutturazione e valorizzazione degli impianti sportivi, ricadenti sul demanio-tratturo proposto dal centro residenziale Le Nereidi.

In merito alla vertenza con l'Icea l'accordo si può fare ed è utile farlo ma che sia a costo zero per il Comune. Non si comprende perchè bisogna prelevare i soldi da tutti i sansalvesi (quando gli atti dicono che il tutto per il Comune è una partita di giro) per darli a pochi che tra l'altro hanno realizzato e giustamente profitti su quell'investimento. Comunque, se il Consiglio decide di ratificare questa ipotesi di accordo c'è da augurarsi che la magistratura contabile intervenga per fare giustizia.

Sul secondo punto che riguarda la eventuale ristrutturazione degli impianti sportivi delle Nereidi (che tra l'altro non esistono più da circa trent'anni) il Comune anzichè recuperare al patrimonio pubblico i terreni demaniali torna indietro col tempo e ridà la concessione ai privati.

Due chiari esempi di come viene amministrata la nostra città. Mi auguro che l'intero consiglio comunale rifletta e modifichi queste proposte mettendo al primo posto gli interessi generali di tutti i cittadini e non i privilegi di pochi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi