"Puliamo a fondo", bambini all’opera sulla spiaggia per "imparare le buone pratiche fin da piccoli" - L’iniziativa della Scuba Global Service
 

"Puliamo a fondo", bambini all’opera sulla spiaggia per "imparare le buone pratiche fin da piccoli"

L’iniziativa della Scuba Global Service

Si inizia da piccoli, bisogna imparare ad amare e rispettare il mare. Sin da piccoli si deve iniziare nelle buone pratiche ambientali, che vuol dire non gettare i rifiuti per strada o sulla spiaggia, ma di utilizzare gli appositi contenitori, magari differenziandoli. Per questa ragione plaudiamo all’iniziativa di Diego Scardapane e dell’associazione Scuba Global Service”.

Lo ha detto questa mattina il sindaco Tiziana Magnacca nel commentare la quinta edizione di Puliamo a fondo, iniziativa patrocinata dall’amministrazione comunale che vuol sensibilizzare i bambini alla pulizia della spiaggia. 

Partendo dallo spazio antistante il Biotopo Costiero i bambini, armati di guanti e buste di plastica con la presenza dei loro genitori, hanno ripulita la spiaggia da ciò che il mare ha restituito o per l’incuria dell’uomo come plastica, cicche di sigarette, alghe o semplici pezzetti di legno. 

Alla manifestazione erano presenti gli assessori Giancarlo Lippis (Ambiente e Manutenzione), Tonino Marcello (Turismo) e Oliviero Faienza (Politiche sociali).

In particolare Lippis ha evidenziato l’alto valore sociale della manifestazione “Puliamo a fondo” che consente “attraverso il gioco, e con la presenza dei genitori, di imparare a mantenere pulito l’ambiente e nello specifico il nostro litorale. Anche con queste iniziative si promuove la cultura dell’ambiente che dai bambini può arrivare come messaggio ed esempio positivo agli adulti”.  

Guarda le foto

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi