"Adotta un’aiuola", a Casalbordino i privati si prendono cura del verde pubblico - Il progetto lanciato dall’amministrazione comunale
 

"Adotta un’aiuola", a Casalbordino i privati si prendono cura del verde pubblico

Il progetto lanciato dall’amministrazione comunale

A Casalbordino gli operatori economici diventano protagonisti della cura del verde pubblico con il progetto "Adotta un'aiuola" lanciato in vista della stagione turistica. In questo modo "si assicurano un servizio per la cittadinanza e visibilità per le aziende che parteciperanno", spiega l’assessore al Turismo Alessandra D'Aurizio.

L'Amministrazione Comunale di Casalbordino con questa iniziativa "offre la possibilità a chiunque intenda partecipare di contribuire in maniera volontaria al miglioramento e alla gestione delle aree verdi e degli arredi urbani, come fioriere, panchine e piccole aiuole e/o aiuole spartitraffico esistenti sul territorio comunale". Adottare uno spazio verde o un'aiuola comporterà l'allestimento "con piante stagionali, garantendo il decoro e la bellezza della nostra cittadina". In cambio, chi adotta, potrà personalizzare lo spazio con una targa pubblicitaria di piccole dimensioni. 

"Adottare uno spazio di verde pubblico - spiegano gli amministratori casalesi - è un concreto gesto di partecipazione, che permette a cittadini, scuole, imprese e associazioni di prendere parte attiva alla gestione dei beni comuni. Oltre che ad una promozione della propria attività, è anche un gesto fatto a favore della collettività".

L'assessore Alessandra D'Aurizio esprime la sua soddisfazione perchè "sono arrivate da subito le prime richieste di adesione al progetto ed in particolare la prima istanza è arrivata da un'attività ubicata a Casalbordino Lido gestita da ragazzi giovani e pieni di iniziative. Spero che tante altre arriveranno. Ci fa piacere il diffuso interesse della collettività per la cura del verde pubblico e faremo il possibile affinché tutti si possano prendere cura delle aree verdi  nei centri urbani e sul lungomare. L'invito naturalmente è esteso anche ai commercianti o alle associazioni culturali e di volontariato".

L'auspicio degli amministratori è che in tanti possano lasciarsi coinvolgere dal progetto che permetterà di rendere più bella la città senza gravare sulle casse comunali. "Chiunque può diventare sponsor del verde cittadino - aggiunge il Sindaco Filippo Marinucci -: soggetti pubblici o privati, singoli cittadini, associazioni, condomini, enti, scuole, società, banche, negozi, bar, chioschi, studi professionali. Chi aderisce quindi, potrà associare la propria immagine aziendale alla cura delle piante, grazie all'installazione sull'area adottata di un cartello informativo con l'esposizione del proprio logo. Grazie a questa iniziativa, pertanto tutti potranno portare il proprio contributo al miglioramento del verde pubblico, nella consapevolezza che le aree verdi comunali appartengono alla collettività".

Per ogni informazione è possibile rivolgersi presso l’Ufficio Tecnico, Settore Manutenzione del Comune di Casalbordino.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi