"¡A Las Barricadas!", il Gruppo teatrale del Mattioli in scena con impegno e passione - Applausi per lo spettacolo scritto e diretto da Francesco Cervellino
 
Vasto   Cultura 20/05

"¡A Las Barricadas!", il Gruppo teatrale del Mattioli in scena con impegno e passione

Applausi per lo spettacolo scritto e diretto da Francesco Cervellino

Grande successo per il Gruppo Teatrale del Polo Liceale Raffaele Mattioli di Vasto che ha portato in scena lo spettacolo "¡A Las Barricadas!" , scritto e diretto da Francesco Cervellino. Dopo l’affermazione del gruppo teatrale al "Premio Gaber", organizzato dal Teatro Stabile di Grosseto, la performance è stata proposta alla cittadinanza presso l'Auditorium della chiesa di San Paolo Apostolo di Vasto. 

"Il percorso del laboratorio di teatro di quest'anno nasce da due realtà ben distinte che però sono riuscite ad unirsi producendo un percorso di crescita non solo per i ragazzi, ma anche per me e penso (e spero) per tutto l'ambiente Vastese: il corso autogestito dai ragazzi negli ultimi due anni ed il mio arrivo, da studente di teatro sia pratico che teorico - spiega Francesco Cervellino -. In questo modo i ragazzi hanno avuto la possibilità di avvicinarsi sicuramente ad un teatro più professionale, a prendere più seriamente una disciplina che vive da più di duemila anni, un mestiere per il quale ci vuole sacrificio e passione.

Ed io ho avuto la possibilità di conoscere tutti questi ragazzi, di coglierne le sfumature, di apprezzare il loro lavoro e la loro voglia. A febbraio, con la presentazione durante il Festival della scienza del breve spettacolo I Codici Comici i ragazzi hanno avuto la possibilità di interfacciarsi subito con il pubblico, unico vero giudice del nostro lavoro. Si sono avvicinati alle tecniche del Clown, della Commedia Dell'Arte, di un teatro non banale ma ricercato e sorprendente.

La scelta finale del testo è dipesa soprattutto dalla voglia, tutti insieme, di concludere questo percorso con il botto. ¡A Las Barricadas! non rappresenta solo il saggio finale, ma la voglia di dimostrare cosa il teatro può farci riscoprire in questi tempi agitati. Il mio obiettivo era quello di far capire ai ragazzi il valore del teatro - conclude Cervellino -, di farli appassionare a questo mondo, con la speranza che tutti loro continuino a valorizzarne il potere catartico. La conclusione del percorso è stata la ciliegina sulla torta, non solo per la performance, ma anche per gli attestati di stima ricevuti da tutti sia al Festival Gaber sia qui a Vasto".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Chiudi
Chiudi